Nazionale, Evani: "Guidare gli azzurri grandissima emozione"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 10 nov. (askanews) - "Sarà una grandissima emozione, è una cosa che non avrei mai immaginato succedesse e avrei preferito che non succedesse e che ci fosse qui Roberto: sia per la sua salute che per il fatto che tutto lo staff e la squadra ha bisogno di lui". Alberigo Evani, vice di Roberto Mancini, guiderà l'Italia contro l'Estonia domani in amichevole allo stadio Artemio Franchi. Nessuna polemica con i club per i Nazionali che qualcuno non vuole mettere a disposizione e lo stop imposto da alcune Asl. "Noi non entriamo in polemica con i club - dice - facciamo con quello che riusciamo ad avere. Capiamo che il momento è difficile e comprendiamo le esigenze delle società. Ci sono tanto ragazzi interessanti, chi sarà qui in questi 10 giorni ci darà soddisfazioni". Con Mancini il rapporto è costante: "Con Mancini ci sentiamo spesso durante la giornata, sia per il lavoro da fare che per quello che è stato fatto. Partecipa alle riunioni, segue gli allenamenti in diretta e il gruppo lo sente vicino. Non ci sono tanti cambiamenti sotto questo aspetto, è come se ci fosse", ha spiegato ancora Evani. Sui tanti volti nuovi di questa Nazionale, il vice di Mancini ha detto: "Speriamo riescano a memorizzare in fretta i movimenti necessari, ma sono sicuro che faranno il massimo perché come per noi anche per loro è una grande opportunità".