Nba, Golden State fatica ma elimina Houston

Yahoo Sports IT
Quando mancano tre minuti, ecco che Steph Curry sale in cattedra e in 180’ mette a segno 16 punti e dà lo strappo decisivo. (Credits – Getty Images)
Quando mancano tre minuti, ecco che Steph Curry sale in cattedra e in 180’ mette a segno 16 punti e dà lo strappo decisivo. (Credits – Getty Images)

Serve un quarto quarto perfetto ai Warriors per scacciare la paura ed evitare di andare a gara 7. Pesa l’assenza di Kevin Durant tra i ragazzi di Golden State e per trequarti di gara gli Houston Rockets sembrano in grado di approfittarne per portare i campioni in carica alla bella. Fa la lepre la squadra di Mike D’Antoni, allungando in ogni quarto fino al +5 con cui si chiude la terza frazione di gioco. “Questa e’ una sconfitta difficile da digerire, di sicuro lascerà il segno” ammette il coach di Houston a fine partita.

Una partita strana quella di questa notte, con Houston che mette pressione a Golden State e i Warriors che oltre a Durant sembrano dover fare a meno anche di Steph Curry, impalpabile nel primo tempo. Tutto, insomma, sembra dire Rockets, che chiudono il primo quarto a +1, si fanno impattare all’intervallo, ma allungano nel terzo, dove sembrano poter prendere il controllo del match. Sembrano, perché i campioni si vedono nel momento del bisogno e Steph Curry capisce che la sua squadra ha bisogno di lui.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Se nel primo tempo il campione di Golden State aveva chiuso con un triste score di zero punti sul tabellone, nell’ultimo fa la differenza. Houston e Golden State sono in perfetta parità, 97-97, quando mancano poco più di tre minuti alla fine. Tutto ancora in bilico, tutto ancora da giocare e Mike D’Antoni che sogna gara 7, dopo le occasioni sprecate in gara 5. Ma, come ha detto lo stesso ex di Treviso e Milano, certe sconfitte sono dure da digerire. Perché ieri notte, quando mancano tre minuti, ecco che Steph Curry sale in cattedra e in 180’ mette a segno 16 punti e dà lo strappo decisivo e Golden State si impone 118-113, porta la serie sul 4-2 e va nella finale di conference.

Potrebbe anche interessarti:

Nba, Portland e Philadelphia vanno alla bella

NBA, Durant può rientrare per le Finals

Tutte le questioni intorno alla nuova Super Champions

Potrebbe interessarti anche...