Nel segno della LuLa: l'Inter batte il Sassuolo 2-1 vola a +11 sul Milan e ipoteca lo Scudetto

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

E' in archivio Inter-Sassuolo, recupero della 28esima giornata di Serie A. I nerazzurri di Antonio Conte hanno conquistato la decima vittoria consecutiva portandosi a +11 sul Milan e hanno di fatto ipotecato lo Scudetto. Ma andiamo con ordine. Antonio Conte, orfano di Perisic, Kolarov, Bastoni e Brozovic, ha scelto il consueto 3-5-2 con Darmian nei tre di difesa, Barella, Eriksen e Gagliardini in mezzo al campo, mentre in avanti niente Sanchez, con Lautaro in coppia fissa con Lukaku. De Zerbi ha confermato la formazione che ha pareggiato per 2-2 con la Roma: Chiriches al centro della difesa con Marlon, Maxime Lopez e Obiang a centrocampo, in avanti ancora Raspadori unica punta.

Stefan de Vrij, Giacomo Raspadori e Roberto Gagliardini | Marco Luzzani/Getty Images
Stefan de Vrij, Giacomo Raspadori e Roberto Gagliardini | Marco Luzzani/Getty Images

Il copione della gara è chiaro sin dall'inizio: tanto possesso palla del Sassuolo e Inter pronta a ripartire in contropiede, proprio come accaduto nella gara d'andata, una gara spartiacque nella stagione interista. Il Sassuolo gioca bene, palleggia in faccia alla capolista ma non riesce a trovare spazi. L'Inter invece li trova e al 10' va a nozze: apertura di Lautaro per Young, cross pennellato per la testa di Lukaku che anticipa Chiriches e porta in vantaggio i suoi. I nerazzurri si abbassano, i neroverdi avanzano ma non sfondano. La migliore occasione al 41' con Boga che penetra in area ma viene rimontato da Skriniar.

Nella ripresa il Sassuolo continua a fare la partita e crea delle difficoltà maggiori ai nerazzurri, pur senza mai calciare in porta in maniera pericolosa. Al 67' sliding doors del match: De Vrij strattona Raspadori in area ma Irrati lascia proseguire, sul contropiede Lukaku lancia Lautaro che col mancino fa 2-0. I neroverdi però non demordono e all'85' trovano il gol della speranza: contatto dubbio al limite su Djuricic, anche in questo caso Irrati lascia proseguire e Traore trova il gran gol infilando il pallone all'incrocio. Nel finale l'assalto neroverde non produce grandi occasioni. L'Inter vince e intravede lo Scudetto.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.