Nessuno come Di Natale: bomber massimo del decennio di Serie A

125 reti per l'ex capitano dell'Udinese, che supera di quattro lunghezze sia Icardi che Higuain: dietro di loro Immobile.
125 reti per l'ex capitano dell'Udinese, che supera di quattro lunghezze sia Icardi che Higuain: dietro di loro Immobile.

Si è chiuso la scorsa domenica il decennio di Serie A. Dal 2010 al 2019, un dominio assoluto della Juventus dopo la sfrenata gioia dell'Inter e il successo del Milan di Ibrahimovic. Grandissimi attaccanti a dominare il campionato, da Higuain a Icardi, passando per Immobile. Ma il Re dei Re si è ritirato: Antonio Di Natale.


L'ex attaccante a capitano dell'Udinese, è infatti il giocatore ad aver segnato più reti nel corso del decennio: ben 125, che hanno permesso a Di Natale di vincere la classifica capocannonieri sia nel 2010 che nel 2011, andando in doppia cifra sempre, escludendo l'ultima stagione da professionista.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Hanno sfiorato il sorpasso Higuain e Icardi, entrambi fermatisi a 121 reti in Serie A. Il primo non sta vivendo un momento d'oro in campionato, con la scena rubata dai compagni Dybala e Cristiano Ronaldo, mentre il connazionale si è trasferito a Parigi senza riuscire così a superare Di Natale.

In tripla cifra tra il 2010 e il 2019 anche Ciro Immobile, che ha chiuso il decennio con 116 reti sfruttando un 2019 da sogno con la maglia della Lazio, e Fabio Quagliarella, a 109 grazie la sua seconda giovinezza vissuta con la maglia della Sampdoria.

E il prossimo decennio? Con Higuain e Quagliarella over 32, quello che per anni potrebbe ancora dominare in Serie A è senza dubbio Immobile, visto e considerando che compirà i trent'anni solamente nel corso del 2020. Oltre anche Mertens, Palacio e Ilicic, mentre Dybala a 78 reti segna molto, ma non a livello di un centravanti puro che potrebbe dominare tra il 2020 e il 2029.

Insieme a Immobile, occhio sopratutto a Belotti, Berardi e Zapata, ma sopratutto alle nuove leve che stanno crescendo in Serie A e potrebbero esplodere solamente nelle prossime stagioni. A meno che, come nel caso di Kean e Cutrone, non approdino all'estero sin da giovani.

Potrebbe interessarti anche...