Nessuno sconto per Hakimi da parte dell'Inter: i nerazzurri hanno necessità di fare cassa entro il 30 giugno

·1 minuto per la lettura

Per dare respiro ai conti societari l'Inter entro il prossimo 30 giugno dovrà per forza di cose cedere un big e racimolare circa 80 milioni di euro per ragioni di bilancio e liquidità. Il principale candidato ad essere sacrificato resta sempre Achraf Hakimi.

Achraf Hakimi | Jonathan Moscrop/Getty Images
Achraf Hakimi | Jonathan Moscrop/Getty Images

Come riportato da Calciomercato.com, l'eventuale cessione del marocchino può portare in dote in un colpo solo tutti e 80 i milioni di cui ha bisogno l'Inter. Resta solo da trovare un acquirente e in aiuto dei nerazzurri potrebbe arrivare il PSG: i parigini si sono già fatti avanti con un'offerta da 60 milioni di euro che è stata però respinta dai nerazzurri perché ritenuta troppo bassa. La richiesta per lasciar partire Hakimi è di almeno 80 milioni.

Dopo avere ricevuto il no dall'Inter i parigini non hanno ancora rilanciato ma non è da escludere che la trattativa possa proseguire ancora visto il grande interesse del PSG nei confronti del giocatore e le necessità di far cassa entro il 30 giugno da parte dei nerazzurri.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli