New York, Central Park in deficit: è la prima volta in quarant'anni

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(Getty Creative)
(Getty Creative)

Central Park è in deficit. Non succedeva da quarant’anni. A causa della pandemia sono stati cancellati gli eventi più importanti legati al parco newyorkese e gli aiuti di facoltosi donatori sono stati indirizzati verso altre emergenze, come quella sanitaria. Così il parco ha risentito di una profonda crisi.

È per questo che la Central Park Conservancy, organizzazione no profit che ha a cuore il futuro del polmone verde di Manhattan, ha inviato una lettera ai cittadini di New York e ai finanziatori per promuovere una raccolta fondi. Come si legge su Repubblica, che riporta la notizia, servono almeno dieci milioni di dollari per risollevare il parco.

GUARDA ANCHE: Usa, la neve mette in pausa il Covid. Tutti a Central Park

"In un momento critico della nostra storia, questa raccolta fondi diventa una fantastica opportunità per fare in modo che la tua donazione vada oltre", ha affermato in un comunicato stampa Abigail Healy, Vicepresidente per lo sviluppo presso la Conservancy. "Ora più che mai, è fondamentale mantenere in salute Central Park".

A causa della pandemia nel 2020 sono stati annullati alcuni eventi, importanti fonti di guadagno per il parco e annualmente punto di ritrovo per milioni di appassionati che visitano la città della Grande Mela. Tra questi, per citarne alcuni, la maratona di New York, il Global Citizen Festival e il Central Park Summer Stage.

Teatro delle scene di alcuni dei film con più successo per il cinema americano, tra i quali figurano "Colazione da Tiffany" e "Mamma ho riperso l'aereo", la speranza da parte della direzione del parco è che gli eventi possano ritornare a pieno regime nel 2021, con l'augurio che la crisi del simbolo di New York possa essere superata nel più breve tempo possibile grazie all'aiuto dei donatori chiamati in causa.

GUARDA ANCHE: Covid, newyorkesi pazzi per il "bird-watching" a Central Park