Neymar adesso è il più forte di tutti: i dettagli del rinnovo con il Psg e la sfida con Mbappé per il Pallone d'Oro

Gianluca Minchiotti
·2 minuto per la lettura

In una recente intervista, Neymar si è descritto con queste parole: "Non sono mai stato così felice". E forse neanche così forte, aggiungiamo noi. A 29 anni il brasiliano del Paris Saint Germain sembra aver trovato la sua dimensione assoluta e definitiva. Certo, ci sono state altre fasi della sua carriera nelle quali O'Ney ha brillato, dall'esplosione nel Santos alle magie con il Barcellona, nel trio delle meraviglie con Messi e Suarez, ma quello che stiamo ammirando adesso è un fuoriclasse completo e compiuto, che unisce alle qualità tecniche che gli abbiamo sempre riconosciuto anche doti di trascinatore. E una leadership delle cui esistenza abbiamo spesso dubitato, specialmente nei primi tempi a Parigi.

IL RINNOVO E' PRONTO - E' felice Neymar, e lo stato di grazia in campo va di pari passo con quello riguardante la situazione contrattuale. "Non credo che il mio rinnovo sia ancora un argomento di discussione, io ovviamente mi sento molto a mio agio, come a casa, qui al Psg", dichiara a TNT Sport Brasil. E a giorni arriverà l'annuncio ufficiale di questo rinnovo. Lo scrive L'Equipe, con il comunicato che può arrivare prima della semifinale di Champions League, con il Psg che affronterà il Manchester City nel 'derby degli sceicchi'. Per Neymar, ci saranno uno stipendio da 28,3 milioni di euro a stagione più bonus e un rinnovo fino al 2026 (l'attuale contratto scade nel 2022), per un legame con il Paris che a questo punto sarà praticamente fino al termine della carriera dell'attaccante brasiliano, o giù di lì.

CHAMPIONS E PALLONE D'ORO - Sul campo, ci sono una Champions League da portare al Parco dei Principi, e dopo la finale persa nel 2020 questa potrebbe essere davvero la volta buona, se il Psg è quello che abbiamo ammirato negli ottavi con il Barcellona e nei quarti con il Bayern, e poi la sfida in famiglia con Kylian Mbappé per il Pallone d'Oro. L'era di Messi e Cristiano Ronaldo è agli sgoccioli, e se guardando al futuro vediamo un duello fra Mbppé e Haaland, nel presente la stella più brillante è quella di Neymar, mai così felice, mai così forte.