Non c'è pace per Zozulya: "Due club non l'hanno ingaggiato a causa dei tifosi"

I timori di contestazione da parte dei tifosi hanno portato due club svedesi a rinunciare all'ingaggio di Zozulya. A rivelarlo l'agente dell'ucraino.

Non sembra proprio esserci via d'uscita alla situazione di Roman Zozulya e anche il suo agente sembra ormai quasi rassegnato che il giocatore rimanga senza squadra per il resto della stagione. Il 27enne ucraino, ceduto durante la finestra di calciomercato invernale in prestito dal Betis al Rayo Vallecano, a febbraio aveva dovuto rescindere il contratto e far ritorno al club di Siviglia dopo che i tifosi del Rayo lo avevano pesantemente contestato al grido di "Vallekas non è un posto per nazisti".

Il tutto era nato dalla rivelazione del quotidiano 'ABC', secondo cui la maglietta indossata da Zozulya al suo arrivo in Spagna per giocare col Betis recava il simbolo di un gruppo ucraino di estrema destra. Qualcosa che il calciatore afferma essere falso, ma ciò non è servito a calmare i tifosi del Rayo e a far perdere al giocatore anche altri ingaggi, come ha rivelato il suo procuratore Vladimir Kuzmenko... "Zozulya aveva ricevuto diverse offerte - ha spiegato l'agente al quotidiano 'Segodnya' - ma sfortunatamente la politica si è messa di mezzo. A causa delle false accuse rivoltegli, tanti club hanno preferito non ingaggiarlo".

Kuzmenko entra poi più nel dettaglio: "Mi riferisco in particolare a due offerte da club svedesi. Una di queste trattative era quasi alla firma, ma il club si è poi tirato indietro quando i suoi tifosi, che sono di sinistra, hanno minacciato contestazioni. Qualcosa di simile a quanto accaduto a Vallecas. Anche con l'altro club svedese non se n'è fatto nulla; riconoscono il suo valore come calciatore ma non se la sono sentita di ingaggiarlo".

Secondo il suo agente, Zozulya non è più visto "come calciatore professionista a causa di accuse false. Potrebbe rimanere senza squadra fino al termine della stagione, ma proveremo a chiedere l'ingaggio in qualsiasi club spagnolo che sta andando male da tempo e che necessita di un calciatore come Roman".

Kuzmenko infine ha rivelato che Zozulya ha vinto la causa col Rayo Vallecano: "Pagherà l'intero stipendio per il contratto che è stato interrotto".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità