Non c'è spazio per leccarsi le ferite: Pirlo saluta 12 nazionali. E potevano essere anche di più

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Neanche il tempo di leccarsi le ferite in casa Juve. Nemmeno la possibilità di ritrovarsi alla Continassa per provare a mettere immediatamente da parte la sconfitta, pesante, subita ieri in casa contro il Benevento. Nessun tentativo per ricompattarsi e ripartire, per cambiare almeno il finale della stagione.

Chi resterà alla Continassa, insieme ad Andrea Pirlo, naturalmente ci proverà ma il centro sportivo bianconero si dimezzerà. Sono 12 infatti i convocati della prima squadra bianconera per gli impegni delle loro nazionali.

Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images
Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images

Cristiano Ronaldo resterà a Torino ma saranno i compagni del Portogallo a raggiungerlo sotto la Mole. Sono statio convocati, oltre al portoghese, anche il centrocampista Adrien Rabiot (Francia), Dejan Kulusevski (Svezia), il difensore classe '99 Matthijs de Ligt (Olanda), Alvaro Morata (Spagna), il portiere Wojciech Szczesny (Polonia) e gli azzurri Chiellini, Chiesa, Bernardeschi e Bonucci. A loro si aggiungono Frabotta e Dragusin convocati in Under 21 da Italia e Romania.

E potevano anche essere di più se non fosse stato per la decisione della Conmebol di rinviare per Covid le partite sudamericane (niente trasferte per Alex Sandro, Arthur, Bentancur, Cuadrado e Danilo). Oltre all'infortunato Dybala.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.