"Non ce n'è coviddi", perché Angela da Mondello è finita in commissariato

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Angela Chianello (fonte: Instagram)
Angela Chianello (fonte: Instagram)

Angela Chianello, diventata famosa la scorsa estate durante un’intervista televisiva per aver affermato che a Mondello “non ce n'è coviddi”, è tornata a far parlare di sé. Questa volta il motivo è il videoclip della sua canzone (intitolata “Non ce n’è coviddi”) girato proprio sulla spiaggia di Mondello e finito sui social network.

Nelle immagini, tuttavia, la donna e un gruppo di ragazzi protagonisti del video cantano e ballano molto vicini e, soprattutto, senza mascherina. Motivo per cui sia Angela Chianello sia il suo agente sono stati scortati in commissariato e, sentiti dalla polizia, è scattata per entrambi una sanzione amministrativa.

VIDEO - A Mondello bagnante pizzicato da elicottero carabinieri "Vai a casa"

A parte il cattivo gusto del videoclip, l'uscita della canzone ‘Non ce n'è coviddi’, prevista per il 10 novembre, ha fatto storcere il naso a molti, in un periodo in cui i dati dell'epidemia sono sempre più allarmanti.

VIDEO - Coronavirus. A Palermo la distanza si tiene cosi'...

VIDEO - Usa, l'invito della cugina siciliana: “La first lady venga a Gesso”