Stramaccioni come il Trap: "Non mi arrendo"

webinfo@adnkronos.com

Non passerà alla storia come il celebre 'Strunz' di Giovanni Trapattoni da allenatore del Bayern Monaco, ma Andrea Stramaccioni lascia il segno in Iran con la conferenza stampa dopo la partita persa 1-0 dal suo Esteghlal contro il Machine Sazi. Stramaccioni, in conferenza, si infiamma parlando un ottimo inglese e costringendo l'interprete ad una traduzione concitata. "Parlare della partita è molto semplice. Il Machine è partito meglio di noi, ha avuto occasioni. Abbiamo avuto una buona reazione, non avremmo meritato di perdere. Non mi è piaciuto il comportamento di alcuni giocatori che hanno perso tempo, ma questo è il calcio. L'arbitro è andato bene", dice prima di accalorarsi ulteriormente. "Sono da due mesi, due mesi pieni di problemi. E' mancanza di rispetto nei miei confronti. Se in Italia, alla prima giornata di campionato, mandi via l'interprete è sabotaggio. Io non mi arrendo, combatterò per i tifosi".  

 

 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...