Audio shock: "Non ti affitto casa perché sei meridionale". Bufera social

Yahoo Notizie
REUTERS/Phil Noble
REUTERS/Phil Noble

Avrebbe voluto raggiungere la propria fidanzata in provincia di Milano, ma una 28enne pugliese è stata rifiutata dalla padrona di casa "perché meridionale".

A rendere noto l'episodio è stata la sfortunata protagonista della vicenda, Deborah Prencipe, che sui social si è sfogata raccontando quanto successo nei giorni scorsi: "Cerco una casa in affitto, la trovo e me ne innamoro. Mi metto d’accordo con la proprietaria di casa, una ragazza, di far partire il contratto ad ottobre. Quindici giorni prima dell’inizio del contratto mi manda un messaggio dicendomi che l’inizio del contratto slitta di un mese trovando scuse poco credibili. In un secondo momento ricevo un altro messaggio da parte della ragazza che mi dice che la casa in affitto non può più darmela perché preferisce venderla. Le rispondo dicendole che non trovo corretto cambiare le carte in tavola all’ultimo minuto e che i patti erano altri".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

LEGGI ANCHE - Proprietaria su Airbnb rifiuta coppia gay, è polemica

A questo punto, racconta Deborah, entra in scena la madre della proprietaria di casa che, con una nota audio su WhatsApp, la spiazza letteralmente: "Per me i meridionali sono meridionali anche nel 4000. I meridionali, i neri e i rom sono tutti uguali, sono una razzista al cento per cento".

Parole che non sono andate giù a Deborah che, sentendo sbigottita le motivazioni della donna, ha avvisato la stessa di essere intenzionata a pubblicare tutto sui social. Quest’ultima, però, prosegue lasciando di stucco la 28enne foggiana: "Scriva sotto il post la signora è una salviniana, il suo capitano è Salvini, da quando c’era ancora Bossi la signora era in prima linea: ecco le leghiste cosa fanno, scriva pure, lo dica pure e metta anche questo: che sono felicissima di essere una leghista. Lo scriva pure e lo pubblichi pure, perché tanto non ho vergogna".

Di fronte all'evidente discriminazione, Deborah non si lascia scoraggiare e, oltre a cercarsi un avvocato, racconta l'accaduto sui social. Non solo: su Instagram e Facebook pubblica gli audio choc delle conversazioni avute con la signora

"Benvenuti nell’Italia di oggi dove, a quanto pare, c’è da tirare fuori i cartelli con scritto: ‘Non si affitta ai meridionali’ perché, evidentemente, non sono ancora passati di moda" è lo sfogo di Deborah sui social. E ancora: ”Il motivo per cui non mi viene data la casa in affitto è perché sono nata a Foggia”. Infine la richiesta all’ex ministro dell'Interno Matteo Salvini affinché che "si dissoci da tutto questo visto che per lui, oggi, la distinzione tra meridionale e settentrionale non esiste più. Giusto, Matteo?".

Potrebbe interessarti anche...