Non vedono Acerbi in fuorigioco, Pairetto e Nasca sospesi fino a fine stagione

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il gol di Acerbi nella vittoria della Lazio con lo Spezia ha scatenato le polemiche per la posizione del difensore biancoceleste (foto: Dazn), al di là dell'ultimo difensore avversario. Un fuorigioco non visto né dall'arbitro Pairetto né dal Var Nasca, che secondo quanto riporta l'Ansa pagano l'errore con la sospensione fino al termine della stagione. Un errore concatenato: l'arbitro non ha aspettato la verifica al video della posizione di Acerbi, e il Var non l'ha fermato; il tutto è successo al 90' e molto rapidamente, tra il gol del 4-3, l'esultanza dei compagni e la ripresa del gioco.

L'ex arbitro e designatore Paolo Casarin ha commentato l'episodio a Radio anch'io Sport: "Dalla visione televisiva Acerbi sembrava leggermente più avanti e quindi in fuorigioco; quello che posso dire io con i mezzi che ho a disposizione, è che prima di convalidare la rete andava controllata la posizione. Era tutto in mano a questa benedetta tecnologia e nelle mani di un Var chiamato Nasca, c'erano tutti gli elementi per valutare quello che hanno visto tutti. Si tratta di 40 centimetri di fuorigioco e c'è bisogno della tecnologia. In questi casi la partita poteva essere sospesa in attesa della verifica dell'episodio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli