Noto Sondaggi: "Il partito delle sardine vale già il 15%"

Noto Sondaggi: "Il partito delle sardine vale già il 15%" (REUTERS/Guglielmo Mangiapane)
Noto Sondaggi: "Il partito delle sardine vale già il 15%" (REUTERS/Guglielmo Mangiapane)

È ancora presto per capire se si tratta di un collettivo momentaneo o di un movimento che inizia a porre le basi per diventare un nuovo soggetto politico. Fatto sta che i sondaggisti cominciano a interessarsi al fenomeno “Sardine”, in continua crescita e che sta contagiando sempre più persone e piazze italiane.

Secondo Noto Sondaggi, che ha condotto un’indagine per QN, il potenziale elettorale del “movimento” toccherebbe addirittura il 15%.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

I risultati dell’analisi condotta dall’Istituto demoscopico stimolano la riflessione su quello che, al momento, è l’impatto delle Sardine sull’opinione pubblica.

LEGGI ANCHE: Prof vuole bocciare gli studenti "sardine": scoppia la polemica

Il movimento spontaneo, nato da un semplice flashmob organizzato a Bologna per protestare contro la presenza in città del leader della Lega Matteo Salvini (che in quello stesso momento era al Paladozza per sostenere la candidata Borgonzoni a presidente dell’Emilia Romagna), si è trasformato in breve tempo in un soggetto più complesso che ha invaso non solo fisicamente molte piazze, ma anche i social.

SFOGLIA LA GALLERY: Tra sardine e gattini, i social si scatenano

Non solo: alcuni “leader” delle Sardine hanno già debuttato in tv, ospiti di importanti talk show. “In realtà, solo il 22% degli italiani sa bene di cosa si tratta - spiega Antonio Noto, Direttore di Noto Sondaggi - Un ulteriore 28% dice che ne ha sentito parlare sommariamente e un altro 40% non ne sa niente. Comunque quest’ultimo non è un dato altamente critico - prosegue Noto - ma è in linea con i livelli di attenzione che gli italiani prestano alle faccende politiche. Infatti solo il 10% dei cittadini dichiara di seguire la politica ogni giorno mentre un ulteriore 30% che la segue solo quando ci sono eventi particolari, come le elezioni, ma il 44% degli elettori non si informa mai dei fatti politici”.

LEGGI ANCHE: A Rimini 7000 sardine sono scese in piazza contro Salvini

Tornando al sondaggio e al “peso politico” che le Sardine potrebbero avere secondo gli italiani, il risultato è sorprendente: la maggioranza degli intervistati ritiene che questo movimento sia destinato ad estendersi in tutta Italia, quindi non rimarrà un’esperienza strettamente locale. La pensa così il 54% del campione interpellato contro il 27% che invece non crede nella sua potenzialità.

Per il 42% si tratta di un movimento di centrosinistra e per il 31% di estrema sinistra, in totale dunque per i tre quarti della popolazione questo è un fenomeno legato al mondo della sinistra.

LEGGI ANCHE: Nasce il "manifesto" delle sardine: "La festa è finita"

E se le sardine dovessero candidarsi? “In questo caso si registra il colpo di scena - spiega Antonio Noto - Il 10% della popolazione dichiara che li voterebbe certamente, a questi si aggiunge il 5% che li prenderebbe in seria considerazione (anche se non è ancora certo di votarli. In totale, dunque, le sardine hanno un potenziale elettorale del 15%”.

GUARDA ANCHE: 5 domande sulle Sardine



Potrebbe interessarti anche...