Novavax, nel Lazio sarà somministrato in 15 hub vaccinali

·1 minuto per la lettura
Novavax Lazio
Novavax Lazio

Con l’arrivo del vaccino proteico Novavax, la Regione Lazio si prepara a organizzare il piano vaccinale: le prime dosi saranno distribuite in 15 hub vaccinali, 7 dei quali sono a Roma.

Novavax, il piano della Regione Lazio

Novavax verrà somministrato in 15 hub in tutto il Lazio, di cui 7 collocati nella Capitale.

Il nuovo vaccino è stato l’ultimo a essere autorizzato dall’Ema in Europa e dall’Aifa in Italia. Nel Lazios sarà distribuito a partire dal 15 febbraio su tutto il territorio regionale. Novavax è destinato a chi dovrà ricevere la prima dose di vaccino anti-Covid.

Novavax, il piano della Regione Lazio: quando e a chi sarà somministrato il nuovo vaccino

Il vaccino anti-Covid Novavax è il primo proteico attualmente disponibile. In particolare, gli esperti sperano che il suo arrivo convinca gli scettici ad aderire alla campagna vaccinale contro il Covid. Nel nostro Paese le prime dosi arriveranno nel mese di febbraio.

Novavax sarà somministrato solo ai cittadini over 18. Il richiamo dovrà essere effettuato dopo 21 giorni.

Novavax, il piano della Regione Lazio e la sua efficacia

Mentre la Regione Lazio si prepara al piano vaccinale per somministrare ai suoi cittadini anche il vaccino Novavax, in molti sperano che chi finora non ha ricevuto il vaccino cambi idea e aderisca alla campagna vaccinale.

In particolare, i vaccini di Pfizer e di Moderna sono a base di acido ribonucleico messaggero, più comunemente noto come mRNA, mentre quelli di Astrazeneca e Johnson&Johnson utilizzano come vettore virale un adenovirus. Novavax, invece, contiene proteine ricombinanti che potrebbero convincere anche chi finora si è detto contrario al vaccino anti-Covid.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli