Nuova avventura nell'ERC per Rachele Somaschini

Redazione Motorsport.com
motorsport.com

La pilota di Cusano Milanino si è infatti iscritta al FIA European Rally Championship (ERC), la massima serie continentale, per confrontarsi a un più alto livello competitivo e far conoscere oltreconfine la sua iniziativa #CorrerePerUnRespiro, una campagna di sensibilizzazione sulla fibrosi cistica contro cui Rachele lotta dalla nascita.

La serie prevede otto tappe sparse nel vecchio continente, quattro su asfalto e quattro su terra, e gare da oltre 200 chilometri cronometrati per un format che la driver lombarda ha avuto modo di “assaggiare” nelle sue due partecipazioni al Rally di Roma Capitale, la tappa italiana dell’ERC, valida anche per il Campionato Italiano. Tuttavia, per effetto del decreto in vigore proprio da oggi in Italia in relazione all’emergenza Coronavirus, che limita gli spostamenti dal territorio, la pilota milanese potrà iniziare il Campionato probabilmente solo dalla seconda gara, il Rally delle Canarie, in programma dal 7 al 9 maggio.

Al suo fianco, a bordo della Citroen DS3 R3T della scuderia RS TEAM SSD, preparata dalla Sportec Engineering, ci sarà la navigatrice toscana Chiara Lombardi, con cui Rachele ha già disputato diverse gare dalla fine del 2018 ad oggi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Un programma intenso attende quindi la campionessa italiana femminile in carica, che ha iniziato a prepararsi con la partecipazione al Rallye Monte-Carlo, la seconda in carriera per lei, dove soltanto una foratura le ha impedito di entrare nella Top 60, necessaria per affrontare l’ultima giornata di gara. Esperienza comunque formativa a cui è seguita quella sugli sterrati del Rally della Val D’Orcia, in cui ha continuato con buoni risultati il suo apprendistato sulla terra. Due step importanti di allenamento per presentarsi al via di una serie internazionale impegnativa e molto combattuta.

“Prendere parte al Campionato Europeo è una grande opportunità di crescita per me” – ha detto Rachele – “Devo innanzitutto ringraziare i miei sponsor che hanno trasformato questo sogno in realtà. Il nostro obiettivo è quello di dare il massimo e siamo consapevoli che non sarà una passeggiata. Gli organizzatori delle gare e del Campionato stesso ci hanno accolto a braccia aperte assicurandoci il loro supporto durante questo nostro debutto europeo. Sarà sicuramente un anno ricco di novità e tra queste potrebbe esserci anche un cambio di vettura nel corso della stagione. Siamo positive nonostante la situazione sia piuttosto difficile soprattutto per il sopraggiungere dell’emergenza “Coronavirus” in Italia e la conseguente necessità di annullare o modificare gran parte dei miei impegni. Stiamo cercando il modo di fare tutto il possibile, cercando però di preservare la salute che, per le persone come me, che hanno una malattia che vede già compromesse le vie respiratorie, rimane una priorità in assoluto. Non escludiamo qualche ritorno nel CIR, di sicuro non abbandoneremo totalmente le gare in Italia”.

Queste le gare del programma FIA ERC 2020 che Rachele disputerà*:
Rally Islas Canarias (asfalto), 7/9 maggio;
Rally Liepaja (terra), 29/31 maggio;
Rally Poland (terra), 26/28 giugno;
Rally di Roma Capitale (asfalto), 24/26 luglio;
Barum Czech Rally Zlin (asfalto), 28/30 agosto;
Cyprus Rally (terra), 9/11 ottobre;
Rally Hungary (asfalto), 6/8 novembre.
*salvo variazioni causa Covid-19

In attesa quindi del debutto nella serie europea, posticipato a maggio per cause di forza maggiore, Rachele sta lavorando sulla necessaria preparazione fisica e mentale per affrontare al meglio questa nuova sfida contro il cronometro e la sua malattia.

Per tutto coloro che vogliono fare una donazione: Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica ONLUS, IBAN IT 27E0 2008 1171 8000 1021 34939, Causale: #CorrerePerUnRespiro

Potrebbe interessarti anche...