Nuovo San Siro: 1,2 miliardi di euro con finanziamento in 30 anni. Corsa contro il tempo per il sì del Comune, ma ora è l'Inter a rincorrere il Milan

·2 minuto per la lettura

Le elezioni comunali a Milano hanno chiuso definitivamente un capitlolo importante della lotta fra Inter e Milan e le istituzioni per il via libera alla costruzione del nuovo stadio che prenderà il posto dell'attuale San Siro e che vedrà il progetto di Populus, "La cattedrale" quasi sicuramente vincitore per la realizzazione finale. Negli ultimi mesi il mantra è stato infatti: "Prima le elezioni, con la nuova giunta si avrà il via libera finale"

INCONTRO IN PROGRAMMA - La fase di stallo è quindi finita, con il nuovo vecchio sindaco Beppe Sala che si è già detto pronto e disponibile ad incontrare i due club: "Il nuovo stadio? Ho già sentito Inter e Milan, sarò lieto di incontrarli". Un incontro che si terrà nelle prossime settimane, poco dopo la formazione ufficiale della nuova giunta comunale e il sì finale che, quindi, può slittare alla fine del 2021.

IL MILAN E' PRONTO, L'INTER... - Ora che l'interlocutore istituzionale è tornato certo, quello che servirà è un progetto coordinato e quanto più pratico e veloce possibile da parte di Inter e Milan che però stanno attraversando momenti differenti rispetto a 3 anni fa. Ad inizio progetto era il Milan il club i difficoltà e l'Inter al contrario viveva un periodo florido a livello economico. Oggi, la situazione è opposta con i rossoneri che hanno sanato e ridotto il deficit e l'Inter che, invece, non sa ancora quale sarà il futuro della proprietà se americano o cinese. Insomma il Milan insiste: lo stadio va fatto e va fatto al più presto. Dall’Inter invece non è arrivata nessuna nota ufficiale, ma l'idea di fondo, a prescindere dalla proprietà, non è cambiata.

FINANZIAMENTO - Il problema che questo faraonico progetto costerà ai club oltre 1,2 miliardi di euro e senza l'Inter sarà difficile che il Milan possa farcela da solo. Cifre faraoniche per cui i club hanno previsto un finanziamento della durata di 30 anni e un interesse del 5% annuo che coprirà circa il 90% delle spese totali. Un’operazione gigantesca, con l’equilibrio dei conti prospettato addirittura dopo 32 anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli