Nuovo stadio della Roma, finalmente una svolta: revocata la pubblica utilità al progetto a Tor di Valle

·1 minuto per la lettura

È finalmente concluso il lungo ed intricato percorso del vecchio progetto della Roma per la realizzazione di un nuovo stadio in zona di Tor di Valle. A riportarlo è il Corriere dello Sport in edicola quest'oggi.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Dopo svariate ore di dibattito, nell'assemblea capitolina andata di scena ieri è stata finalmente deliberata la revoca della pubblica utilità del progetto. Tutti i consiglieri della giunta Raggi hanno votato positivamente gli emendamenti e il testo finale con la revoca che è stata approvata dopo molti tentativi andati a vuoto.

Ora la Roma può dunque accelerare nell'individuazione dell'area alternativa e presentare il nuovo progetto. Per il momento i luoghi più gettonati per il nuovo stadio sono principalmente quattro: si tratta di Tor Vergata, dell'ex velodromo all'Eur, di Pietralata e dei mercati generali di Ostiense. Staremo a vedere cosa deciderà di fare il club giallorosso.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Riguardo la revoca della pubblica utilità del progetto, il sindaco Virginia Raggi ha pubblicato sul proprio profilo Twitter le seguenti parole: "Oggi è arrivato l'ok dell'Assemblea capitolina per la revoca di Tor di Valle. Ora è possibile il nuovo progetto dello stadio della Roma. Si apre un nuovo capitolo per il rilancio della città".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli