Nuovo stadio Roma, tempi più lunghi senza la delibera d'interesse del Comune

Rischiano di allungarsi i tempi per l'avvio dei lavori del nuovo stadio della Roma: tutto dipenderà dalla delibera d'interesse del Comune.

Sembrava tutto fatto per la presentazione dei lavori del nuovo stadio che ospiterà la Roma nei prossimi anni, per la soddisfazione del presidente James Pallotta che aveva ritenuto positivo l'ultimo incontro avuto con il sindaco Virginia Raggi.

Sembrava, poiché esiste il rischio tangibile che tutto slitti ulteriormente: come riportato da 'Il Tempo' infatti, i tempi rischiano di allungarsi qualora il Comune non dovesse presentare in Regione la nuova delibera di pubblico interesse adottata almeno in Giunta e la Roma una bozza del nuovo progetto.

Senza tutti questi importanti documenti, il tutto rischia di slittare di altri 6-9 mesi, facendo ricominciare l'iter da capo ed allungando i tempi della realizzazione del nuovo impianto.

Ipotesi più che realistica, anche il presidente giallorosso Pallotta sembra averne preso atto: "Sfortunatamente c'è il rischio che i lavori partano con un anno di ritardo. Noi abbiamo bisogno di questo stadio per competere con le altre big, a livello economico potremmo entrare tra le prime 4-5".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità