Nuovo stadio San Siro, il Comune scrive a Inter e Milan: spunta la deroga per congelare il dibattito pubblico

·1 minuto per la lettura

Il Comune di Milano torna sul nuovo San Siro, inviando una lettera a Inter e Milan, e non mancano nuovi colpi di scena nella vicenda. La richiesta ai club concerne l'integrazione riguardo il piano di fattibilità per gli indici volumetrici e le stime del nuovo conto economico, dopo che le due squadre hanno scelto il progetto 'La Cattedrale': nel rendering presentato, torri, alberghi e San Siro spariscono a favore del verde.

DEROGA AL DIBATTITO - A sorprendere Inter e Milan, però, è il finale della lettera. Come riferisce Il Corriere della Sera infatti, Palazzo Marino lascia aperta la porta e si riserva di valutare "l'eventuale richiesta della Regione" di derogare all'applicazione del dibattito pubblico sul nuovo stadio. La possibilità è concessa dalla circolare del Ministero delle Infrastrutture che regola le modalità del diritto pubblico. "Si fa presente ad ogni buon fine - scrive la Commissione per il Dibattito pubblico - che... per ragioni legate all’emergenza Covid 19 e fino alla data del 31 dicembre 2023, ha disposto una deroga in ordine all’applicabilità delle disposizione in materia di dibattito pubblico rendendo facoltativo il ricorso alla procedura". L'ultima parola sulla deroga, comunque, spetta alla Regione. Si tratta di una vera e propria novità, perché fino a pochi giorni fa la discussione non riguardava dibattito pubblico o meno, quanto il 'quando', ossia se fossero sufficienti le integrazioni allo studio di fattibilità o si dovesse aspettare il progetto semi-definitivo prima di intraprendere la discussione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli