Il Real Madrid non dà scampo all'Olimpia

È ancora una volta un’Olimpia Milano a due facce quella europea che va in scena a Madrid e che cede al cospetto del Real per 76-67. Milano è perfetta in avvio, con una difesa che limita gli spagnoli a soltanto 30 punti nel primo tempo (a fronte di un attacco dove in tanti riescono a contribuire), ma troppo remissiva nella ripresa, quando l’attacco si ferma (10/31 dal campo nel secondo tempo), mentre le merengues salgono di colpi con un Campazzo ispiratissimo (12 assist) in cabina di regia, insieme alle triple di Randolph (16). Milano ha un ottimo Micov (22 con 4/5 da tre), con Scola (11) l’unico in doppia cifra, e qualcosa anche da Tarczewski (8 punti e 8 rimbalzi) in una serata incolore per l’ex Rodriguez.

Messina sorprende tutti in avvio, prima tenendo in tribuna Della Valle e White, poi lanciando in quintetto Andrea Cinciarini e Christian Burns, entrambi alla prima apparizione nello Starting Five nella stagione europea. È Vlado Micov il grande protagonista biancorosso in avvio: il serbo che segna 6 dei primi 10 punti di un’Olimpia avanti nei primi minuti. Si segna poco in avvio, con la tripla di Randolph che sblocca un Real da soli 7 punti nei primi 7’. I padroni di casa trovano più ritmo nel finale di quarto, ma Milano chiude comunque avanti al 10’ sul 21-18, con un primo periodo da 10/13 dal campo (tutti da due), ma anche sei palle perse.

L’Olimpia continua a controllare giocando soltanto in area, il Real si tiene a galla col tiro da tre. La prima tripla tentata dai biancorossi va a segno, con Micov e Mack che firmano il +9 al 14’. Il timeout non sortisce effetti, e la squadra di Messina si issa sul +13 con Tarczewski e ancora Micov protagonisti; all’intervallo lungo Milano è avanti di 9, con solo 30 punti concessi al Real nei primi 20 minuti.

In avvio di ripresa Milano ha tanto da Luis Scola, che segna cinque punti consecutivi: l’Olimpia esaurisce in fretta il bonus e il Real ne approfitta per riportarsi a -3 dal +11 biancorosso. Randolph è implacabile da tre, e Tavares e Deck firmano il sorpasso con un parziale che diventa di 16-4. Micov tiene attaccata Milano, ma al 30’ è il Real a chiudere avanti sul 54-52. La tripla di Laprovittola spinge Madrid sul +9 a 7’ dalla fine, ma Micov segna due triple per tenere Milano sotto di 4. Due canestri di Mickey però riportano il Real su un vantaggio rassicurante, che l’Olimpia non riesce più a recuperare.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...