Oliveira: il campione MotoGp alle prese con l'esame di guida. Ma non è l'unico

·2 minuto per la lettura
REUTERS/Matthias Rietschel
REUTERS/Matthias Rietschel

"Spero di avere presto la patente". Lo ha scritto sui social network il campione MotoGp Miguel Oliveira, che nel gennaio scorso ha superato l'esame di teoria e ora è alle prese con la pratica. Miguel non è l'unico pilota che non ha ancora la patente. Come lui ce ne sono tanti altri che guidano bolidi su due ruote a oltre 300 km/h e non hanno l'attestato di guida. Fabio Quartararo, per esempio, non ha ancora conseguito la patente per guidare le moto di cilindrata superiore a 125. E anche Marco Bezzecchi non ha la patente.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: MotoGp, Quartararo è campione del mondo

Oliveira è alle prese con l'esame di pratica. “Per ora mi esercito da solo", ha raccontato, "c’è una strana dinamica con il mio istruttore di guida. Mi tratta come uno studente normale e mi insegna cose semplici come azionare l'acceleratore e la frizione. A volte è strano”. Quartararo, invece, ha fatto sapere che non ha nessuna intenzione di prendere la patente per guidare la moto. “Ho quella automobilistica, amo le macchine", ha detto Quartararo, "non mi interessa passare l'esame per la patente delle moto. Ho la patente per i 125 e per me è più che sufficiente. Conosco i rischi che ci sono sulla strada in moto. Ci sono tanti pericoli: può arrivare improvvisamente un'auto, un cane, una persona. Sinceramente non mi piace guidare su strada. Preferisco la macchina, siamo più sicuri”.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Jorge Martìn: “In MotoGP per vincere”

Marco Bezzecchi vuole mettersi a studiare per prendere presto la patente. Invece, il pilota della Suzuki, Joan Mir, non ne ha nessuna intenzione: "Per ora non faccio nessun esame", ha detto. Chissà se mai lo farà.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Pramac: alle gare di MotoGP ci si prepara anche...così

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli