Palermo-Fiorentina 2-0: I siciliani non si arrendono, ennesimo flop viola

Il Palermo supera per 2-0 la Fiorentina e continua a sperare in una difficile salvezza. Al Barbera decidono i goal di Diamanti ed Aleesami.

Il Palermo risorge nella domenica che poteva decretare la sua retrocessione in Serie B contro una Fiorentina che al solito, quando si tratta ti mettere punti importanti in cascina in ottica europea, contro squadre sulla carta alla portata, fallisce l’appuntamento decisivo.

Bortoluzzi schiera la compagine rosanero con un accorto 3-5-1-1 ideale per contenere gli attacchi viola e ripartire in contropiede. La mossa funziona così come è giusta l’intuizione di puntare su Alessandro Diamanti dal 1. Sousa invece opta per un 3-4-2-1 che delude le aspettative tanto che, già nel primo tempo, è costretto a cambiare assetto di gioco sostituendo Milic con Chiesa.

In fase d’avvio sono gli ospiti a fare la gara, con il Palermo sempre abile a ripartire in maniera insidiosa. La Fiorentina fa tanto possesso ma non riesce a rendersi pericolosa mentre i rosanero in contropiede dimostrano fin da subito di saper pungere. Al 23’ padroni di casa pericolosi con Alesaami sul cui cross Sanchez interviene male ma Nestorvski non ci crede abbastanza e l’azione sfuma. Dopo il vantaggio, firmato da Diamanti su punizione, Palermo ancora pericoloso su contropiede con Rispoli, Tatarusanu è bravo sventare la minaccia. La prima frazione si chiude con un acuto di Badelj che serve in maniera illuminante Babacar che, da ottima posizione si vede chiudere lo specchio della porta da Fulignati.

Nella ripresa, il disegno tattico della partita non cambia. La Fiorentina riesce a rendersi insidiosa per due volte tra il 47’ ed il 50’ con Chiesa e Tello, ad andare però realmente vicino al raddoppio è il Palermo con Nestorovski che, elude la marcatura di Sanchez e di sinistro per pochissimo nono trova lo specchio della parta. Gli ospiti provano ad alzare il loro baricentro ma al 67’ è ancora Diamanti a sfornare un’altra magia: il fantasista rosanero vede Tatarusanu fuori dai pali e calcia dalla propria metà campo, il pallone esce di un nulla.

Paulo Sousa prova a modificare ancora l’assetto della sua squadra inserendo Saponara per Salcedo e il giovane Mlakar per Ilicic, le cose però non cambiano per i viola non cambiano. A trovare il goal è anzi Aleesami che al 90’ si invola verso la porta avversaria e insacca il pallone che manda definitivamente il archivio la pratica. Il Palermo si impone per 2-0 e continua a sperare.

I GOAL

32’ DIAMANTI 1-0 - Grandissima prodezza balistica per il fantasista rosanero che, al 32’, riesce con un sinistro vellutato ad aggirare la barriera e a beffare Tatarusanu direttamente da calcio di punizione.

90' ALESAAMI 2-0 - L’esterno del Palermo parte in maniera imperiosa sulla sinistra, resiste al tentativo di trattenuta di Tello, supera anche Sanchez e trafigge Tatarusanu.

I MIGLIORI

PALERMO: DIAMANTI

Un eccezionale goal su punizione e tante intuizioni da campione vero. La sensazione è quella che il Palermo non possa rinunciare al suo talento.

FIORENTINA: CHIESA

Escluso dalla formazione titolare, viene mandato in campo da Paulo Sousa già al 38’ con il compito di dare più linfa alla fase offensiva della Fiorentina. Tra i viola è quello che dà l’impressione di crederci di più.

I PEGGIORI

PALERMO: NESTOROVSKI

Meno lucido e cattivo del solito in zona rete, riceve un’ammonizione che lo costringerà a saltare la prossima sfida contro il Chievo. Viene sostituito all’82’.

FIORENTINA: ASTORI

Reduce da prove estremamente convincenti, vive una partita in costante affanno. Nella ripresa viene espulso per doppia ammonizione.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità