Palermo nel baratro: peggior campionato di sempre, Baccaglini è 'scomparso'

Il Palermo, alla peggiore stagione di sempre, si è presentato a Roma senza dirigenti al seguito mentre Baccaglini è a Miami. Il closing può slittare.

E' un vero e proprio incubo quello vissuto dai tifosi del Palermo che, oltre a vivere il peggiore campionato di Serie A nella storia del club, devono fare i conti col clima di incertezza sul futuro.

La squadra infatti, come riporta 'Il Corriere dello Sport', si è presentata a Roma per affrontare la Lazio praticamente senza dirigenti al seguito dato che all'Olimpico erano presenti solo Stefano Pedrelli (consulente di Zamparini) e il segretario Roberto Felicori, entrambi peraltro a fine mandato.

Scomparso dai radar invece il nuovo presidente Paul Baccaglini, segnalato a Miami nonostante la data del 30 aprile fissata per il closing sia sempre più vicina. Un indizio abbastanza chiaro di come il passaggio di consegne tra lui e Zamparini potrebbe slittare di qualche settimana, se non addirittura al termine del campionato.

Inoltre, anche una volta acquistato il pacchetto di maggioranza tramite la società YW&F Global Limited, Baccaglini dovrà predisporre un piano di rientro dei debiti nei confronti delle banche e fornire le dovute garanzie alle istituzioni calcistiche per l'iscrizione del Palermo al prossimo campionato di Serie B.

La retrocessione infatti è solo questione di settimane, forse giorni, dato che la matematica potrebbe arrivare già domenica nel caso in cui il Palermo dovesse perdere in casa contro la Fiorentina.

D'altronde i rosanero non avevano mai perso 23 partite in una sola stagione nè avevano subito 73 reti, tutti record negativi che nelle ultime cinque giornate rischiano di peggiorare ulteriormente. Record che valgono la B.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità