Pallavolo, si è spento dopo una lunga malattia Michele Pasinato

·2 minuto per la lettura
michele pasinato
michele pasinato

All’età di soli 52 anni è morto il campione di pallavolo Michele Pasinato, uno dei membri della cosiddetta “Generazione di fenomeni” che nel corso degli anni ’90 resero la nazionale italiana una delle più forti al mondo. L’annuncio della scomparsa di Pasinato, che da tempo lottava contro una grave malattia, è stato dato dalla Federvolley nella giornata dell’8 aprile.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Pallavolo, morto Michele Pasinato

Nato a Cittadella nel 1969, Michele Pasinato iniziò la sua carriera nella società padovana della Petrarca Pallavolo, per poi giocare negli anni ’90 anche con la monzese Gabeca e con la Roma Volley. Con la nazionale italiana fece invece il suo esordio nel 1988 e raccolse in totale 256 presenze, conquistando con quest’ultima un mondiale nel 1998, due europei nel 1993 e nel 1995 e ben sei World League dal 1990 al 1997. Ad oggi Pasinato risulta essere ancora il detentore del record del maggior numero di punti (7.031 in 280 partite) segnati da un pallavolista nella storia del campionato italiano.

Nel loro messaggio di condoglianze, la Federazione Italiana Pallavolo ha dichiarato: “Da parte del presidente Giuseppe Manfredi, dei vicepresidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale e dell’intera Federazione Italiana Pallavolo giungano alla famiglia di Michele sentite condoglianze. Sono in molti in queste ore a ricordare Pasinato sui social, compresi i suoi compagni di squadra di quella Generazione di fenomeni che ha cambiato per sempre la storia di questo sport.