Pallone d'Oro, la strada è già segnata: Cristiano Ronaldo verso il trofeo

Primavera, tempo di verdetti. Si assegna la Champions League, l'Europa League, i vari campionati nazionali. Niente grande competizione mondiale nel 2017, in virtù del suo essere un anno dispari: Mondiale nel 2018, Copa America nel 2019, Europeo nel 2010. Per questo motivo le indicazioni del Pallone d'Oro sono chiarissime già a fine aprile.

Chi riuscirà a strappare il Pallone d'Oro dalle mani di Cristiano Ronaldo, vincitore del trofeo edizione 2016? Probabilmente nessuno. Niente di ufficiale e sicuro al 100% ovviamente, ma già i quarti di Champions League avevano portato ad una vera indicazione su chi solleverà l'ambito trofeo, separatosi dalla FIFA, nel prossimo inverno.

Nonostante il Pallone d'Oro si sia appunto appena separato dalla FIFA, che continuerà con il suo The Best (il vecchio FIFA World Player), l'allargamento delle votazioni ai giornalisti di tutto il mondo ha spinto come noto il premio verso un duopolio assoluto tra Messi e Cristiano Ronaldo, nonostante negli anni abbiano meritato il trofeo i vari Ribery, Neuer e Milito.

Le votazioni degli ultimi sette anni hanno mostrato come i paesi meno sviluppati calcisticamente abbiano sempre e comunque votato per il giocatore più forte al mondo, e non per quello capace di stupire, portando la propria squadra a vincere tutto. Il giornalista delle Isole Barbados, del Madagascar, del Buthan o di Andorra ha dato il contentino a Sneijder, a Neuer: ma il suo massimo voto, anche in caso di eliminazione europea nelle semifinali, è finito per favorire Messi e Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo Balon de Oro 2016

Di base per il voto del Pallone d'Oro contano i primi cinque mesi dell'anno solare, mentre gli ultimi quattro non vengono praticamente considerati, visto l'inizio di stagione nei campionati e la fase a gironi, ancora di basso livello, nelle competizioni europee. Certo, mancano ancora tre settimane alla fine dell'annata 2016/2017, ma Cristiano Ronaldo appare come il favoritissimo per il quinto trofeo individuale.

Messi ha ampiamente deluso negli ottavi e nei quarti di finale di Champions, venendo eliminato dalla Juventus. Nonostante ciò potrebbe comunque finire al secondo posto, il passato insegna. In più, nel corso del 2016/2017, nessuno ha segnato come l'argentino nelle varie competizioni e nel calcio anni 2000 il goal è veramente l'unica cosa che conta. In più, senza giri di parole, Messi è Messi.

Chi può finire nel podio e combattere con Cristiano Ronaldo per il Pallone d'Oro? Le semifinali di Champions hanno dato un responso chiaro sulla seconda questione: nessuno, a meno di grandi rivoluzioni, potrà riuscire a mettere i bastoni tra le ruote portoghesi. Otto goal segnati tra Bayern e Atletico proiettano l'ex United verso il trofeo. A differenza di Messi è stato decisivo, contro due delle più grandi d'Europa.

L'anno scorso Cristiano Ronaldo battè proprio Messi, fermatosi ai quarti nella scorsa Champions, e Antoine Griezmann , finalista nelle due competizioni europee, battuto in entrambe dal fuoriclasse lusitano. Il francese potrebbe finire nel podio solo in caso di vittoria della Champions e prestazioni da urlo in semifinale e in finale, ma difficilmente sarà premiato col Pallone d'Oro per i già citati motivi: non ha l'appeal mondiale del rivale cittadino, non è stato così decisivo in Europa da attirare tutta l'attenzione su di sè. Il 3-0 dell'andata contro il Real pesa in maniera abnorme. solo un miracolo sportivo può spingere il francese verso il podio d'Oro e il suo Atletico in finale.

Messi Dybala Juventus Barcellona Champions League

Diverso il discorso per Dybala e Mbappé. L'argentino sta scalando posizioni dopo la doppietta al Barcellona e potrebbe puntare al podio in caso di Triplete Juventus, così come il nuovo Henry, stratosferico giovane e perla del Monaco: sopratutto in caso di cessione in Premier o in Liga, il francese acquisterebbe popolarità per raggiungere i votanti più disparati.

Difficile il tanto agognato Pallone d'Oro per Gigi Buffon, anche in caso di Triplete, leggermente più fattibile in seguito al 2-0 firmato Higuain in quel di Monaco: i portieri non sono amati dai votanti del Pallone d'Oro, basti pensare al 2006 e all'edizione che ha visto il fenomanele Neuer finire dietro Cristiano Ronaldo e Messi.

A proposito di Higuain, la doppietta in semifinale non lo farà entrare nella top ten del Pallone d'Oro, ma una partecipazione alla finale, goal decisivi nella stessa, e tre trofei con la Juventus, potrebbero cambiare le cose. Occhio però al caso Milito 2010: essere un tutt'uno con il goal non bastò.

Ora come ora la top ten del Pallone d'Oro 2017 uscirà da una mini-lista che comprende i vari Kroos, Modric, Falcao, Bonucci, Suarez, Neymar, Sergio Ramos, Lewandowski, Aubameyang e Ibrahimovic, oltre ai già citati semifinalisti della Champions League 2016/2017. Stelle di assoluta grandezza che coniugano la loro fama con reali grandi prestazioni sul campo.

Supposizioni? Certo. Possibilità senza ufficialità? Senza dubbio. Ma negli ultimi anni ogni pronostico fatto nel mese di aprile si è poi avverato: per una competizione più divertente, come nel pre-2010, anno del grande cambiamento del Pallone d'Oro, speriamo possa cambiare la noiosa storia del, seppur a volte ovvio, triste duopolio Cristiano Ronaldo-Messi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità