Palozzi: "Ilaria Cucchi sfrutta il fratello tossico per fare politica"

Adriano Palozzi. Fonte: Facebook
Adriano Palozzi. Fonte: Facebook


"Io non sto con Ilaria Cucchi!", è con questa frase che comincia il post Facebook firmato da Alessandro Palozzi, vice presidente del consiglio regionale del Lazio e co-fondatore di Cambiamo!, il partito di centro-destra nato da un'idea di Giovanni Toti nel 2019.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio


GUARDA IL VIDEO: Le tappe del caso Cucchi


Il messaggio continua così: "Stefano Cucchi ha avuto finalmente giustizia (Bah)! La sorella finalmente è soddisfatta e si lancia in una nuova e brillante carriera politica o nello spettacolo (insomma cerca un modo per guadagnare). Stefano Cucchi sarà anche stato maltrattato e per questo ci sono state delle condanne (giuste? Bah)! Va però ricordato che non parliamo di uno studente modello o di un bravo ragazzo di città bensì di un tossico preso con 20 grammi di hashish e con alcune dosi di cocaina destinate evidentemente allo spaccio e pure abbastanza spocchioso! Per carità nessuno può morire e deve morire di botte ma neanche può passare per vittima o per eroi lui e tanto meno la sorella che sta sfruttando il fratello tossico per il proprio successo!".


GUARDA IL VIDEO: Salvini non si scuserà con la sorella di Cucchi


Il post di Palozzi è stato immediatamente travolto dalle polemiche, tant'è che il politico si è sentito costretto a cancellarlo dal proprio profilo Facebook, sui cui ora compare invece il seguente messaggio: "Tolgo il post sulla vicenda Cucchi perché ormai su Facebook non è più possibile esprimere una opinione senza essere fraintesi o giudicati. Mi scuso con chi si è sentito offeso, non era questo lo scopo!".

Potrebbe interessarti anche...