Pandora Papers, spunta anche il nome di Mino Raiola

·1 minuto per la lettura

Nuovi sviluppi nell'inchiesta Pandora Papers, il terremoto ora coinvolge anche Mino Raiola. Secondo quanto riportato da Paolo Biondani, Vittorio Malagutti e Leo Sisti de L'Espresso, sono state riscontrate due società offshore dei Caraibi, che presentano il noto procuratore come unico beneficiario.

LA RICOSTRUZIONE - Si tratta della società Gama advisery, sotto il controllo di Raiola dal 2017, e di Gladiator overseas, di cui l'agente è amministratore oltre che depositario di tutta la documentazione societaria custodita, si legge in un atto ufficiale, presso il suo domicilio di Montecarlo. Resta da chiarire quali siano i rapporti tra le due società e l'attività dello stesso Raiola. L'Espresso aggiunge inoltre che il nome di Raiola è stato associato anche ad altre società: Topscore sports e Isports Worldwide, entrambe con sede a Londra, oppure Uniqq e Sportman di Montecarlo. Topscore e Uniqq, riferisce Calcio e Finanza, avevano gestito il passaggio di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United nel 2016; Isports Worldwide, invece, compare come 'procuratore sportivo' nel contratto siglato nel 2017 tra Gianluigi Donnarumma e il Milan.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli