Panucci: "Pentito di avere lasciato il Real ma non di aver scelto l'Inter. Scudetto? Juve in pole, poi tre squadre"

Francesco Manno
·2 minuto per la lettura

Christian Panucci, ex calciatore di Inter e Real Madrid, ha parlato ai microfoni del quotidiano Repubblica del match di questa sera tra i nerazzurri e i Blancos, ma non solo.

Christian Panucci | Emilio Andreoli/Getty Images
Christian Panucci | Emilio Andreoli/Getty Images

INTER-REAL MADRID - "I nerazzurri per vincere devono giocare una partita intensa, vera, come le sanno fare, come la fece 22 anni fa. E deve puntare sulle giocate dei suoi uomini migliori: Vidal, Barella, soprattutto Lukaku e Lautaro. Il Real può sempre vincere, ma ha assenze importanti in tutti i reparti. Penso a Valverde a centrocampo, a Benzema in attacco e soprattutto a Sergio Ramos in difesa. Il capitano mancherà tantissimo, è l’anima della squadra. Senza di lui il gruppo perde carisma e personalità, si svuota. Peraltro Ramos con Varane forma una coppia molto rodata. Nacho è forte, ma non è la stessa cosa. L’Inter ha una chance e la deve sfruttare. All’andata è stata bene in campo, per buona parte della partita, ma non basta. Per battere il Real servono prestazioni eccezionali, era così anche ai miei tempi".

Christian Panucci | TF-Images/Getty Images
Christian Panucci | TF-Images/Getty Images

IL PASSATO - "Mi sono pentito di avere lasciato il Madrid, questo è sicuro, ma non di avere scelto l’Inter. Avevo vinto tutto con Milan e Real, era una bella sfida. Mi chiamò Lippi, poi il rapporto fra noi si guastò. Nel 2006 ero al mio massimo, ma non mi convocò per il Mondiale. Acqua passata, non ho rimpianti nella mia carriera".

FUTURO - "Ora aspetto la proposta giusta. Guardiola mi ha invitato a Manchester a seguire i suoi allenamenti, ma non voglio essere di troppo. Certo, lui è un maestro. Con Sacchi non ci prendevamo, ma il primo messaggio quando ho preso l’Albania è stato il suo. Con Spalletti ci sentiamo ancora. Sono grato a tutti, Lippi compreso".

SCUDETTO - "Il campionato lo può solo perdere la Juve. Poi vedo Inter, Milan, Roma. Sette squadre per quattro posti, può succedere di tutto. Capello critica il gioco di Conte all'Inter? Mi faccio i fatti miei".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.