Paolo Scaroni assolto dopo il caso tangenti in Nigeria

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Arrivano buone, anzi ottime, notizie per il presidente del Milan Paolo Scaroni in riferimento ad una vicenda che non riguarda assolutamente il club rossonero, bensì la Eni, multinazionale italiana che, tra gli altri, si occupa del settore petrolifero.

Paolo Scaroni | Alessandro Sabattini/Getty Images
Paolo Scaroni | Alessandro Sabattini/Getty Images

Il Tribunale di Milano ha pronunciato la sua sentenza nel processo per corruzione internazionale per l'acquisizione dei diritti di esplorazione del blocco petrolifero Opl245, si legge su Calciomercato.com, assolvendo l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, ma soprattutto Paolo Scaroni, suo predecessore prima di intraprendere la carica di presidente del club rossonero.

Per i giudici è caduta così l'accusa di corruzione per l'acquisizione dei diritti di esplorazione del blocco petrolifero in Nigeria, ma anche in caso di coinvolgimento e condanna di Paolo Scaroni la questione non avrebbe riguardato il Milan, se non nel bisogno di nominare un nuovo presidente.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.