Pap Djokovic accusa Dimitrov: "E' arrivato con l'infezione"

Adx
Askanews

Roma, 24 giu. (askanews) - "Perch successo? Perch probabilmente l'uomo arrivato con un'infezione da chiss dove. Non stato testato qui, l'ha fatto in qualche altro posto. Penso che sia sbagliato. Ha inflitto enormi danni sia alla Croazia che alla nostra famiglia". E' la tesi di Srdjan Djokovic, pap di Novak, che ha duramente attaccato Grigor Dimitrov il primo dei 4 tennisti a rivelare di aver contratto il coronavirus. Le parole alla televisione croata RTL gettano ulteriore benzina sul fuoco. L'obiettivo questa volta Dimitrov, che si era sentito male lo scorso sabato nella citt croata di Zara, durante il secondo torneo dell'Adria Tour, ed tornato a Monaco, dove risiede, per sottoporsi al test per il coronavirus che risultato positivo. Il tennista bulgaro sarebbe stato indicato come il principale responsabile per la nascita del focolaio da un organizzatore dell'Adria Tour Dimitrov avrebbe avuto i sintomi ma non li avrebbe segnalati, partecipando a tutti gli eventi collaterali al torneo, comprese partite di basket, feste in discoteca e incontri con i tifosi. "Non siamo stati disciplinati come avremmo dovuto - ha detto il manager del giocatore, Georgi Stoimenov - Eravamo costantemente circondati da persone, anche se forse solo il 20% aveva il virus. Quasi tutti quelli che sono venuti in contatto con Grigor sono risultati negativi, quindi non so quali siano le regole per la diffusione del virus. Ho anche trascorso molto tempo con lui, ma poi sono risultato negativo. Grigor sta bene, si sta riprendendo a poco a poco. Ieri non ho pi avuto alcun sintomo rispetto ai giorni precedenti".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...