Papu Gomez-Roma, affare difficile ma non impossibile: tra cifre e retroscena, le ipotesi

Francesco Balzani
·2 minuto per la lettura

Il Papu Gomez e la Roma: un matrimonio difficile, ma non impossibile. Come anticipato qualche giorno fa da calciomercato.com, infatti, ci sono stati dialoghi tra il club giallorosso e l’Atalanta. Contatti che continuano a esserci per un eventuale passaggio dell’attaccante alla corte di Fonseca. L’affare è stato proposto da un intermediario, complici le difficoltà dell’Inter e il destino dell’argentino che, in un modo o nell’altro, dovrà lasciare Bergamo ma non intende trasferirsi in campionati "lontani" come Turchia o Russia. Dall’altra parte la Roma è alla caccia di un colpo che possa aiutare nella corsa Champions. Inizialmente i giallorossi si erano detti non interessati, ma dalla scorsa settimana qualcosa è cambiato, nonostante qualche dubbio continui ad esserci. Le difficoltà legate alla risoluzione del contratto di El Shaarawy con lo Shanghai hanno portato Tiago Pinto a sondare altri terreni: da Bernard ad Otavio.

FORMULA - Quella del Papu è un’occasione da non scartare: il giocatore è già abituato al calcio italiano, la Roma potrebbe rinviare il pagamento alla prossima stagione. La formula sarebbe, infatti, quella del prestito con diritto di riscatto che diventa obbligo a facili condizioni legate alle presenze del Papu in campionato. Il problema, tuttavia, resta la cifra: l’Atalanta chiede 13 milioni, la Roma non andrà oltre i 10. I buoni rapporti tra i club, testimoniati dagli affari Ibanez, Mancini e Cristante, in questo senso aiutano.

DIFFICOLTA’ - Le remore sono altre, e sono forti. Da parte di Percassi c'è scetticismo sul rinforzare la Roma, una diretta concorrente per il quarto posto e da parte dei Friedkin, che difficilmente investono milioni in giocatori over 30, specie con Pedro, Dzeko e Mkhitaryan nello stesso reparto. Gomez, 33 anni tra un mese, in questo senso rappresenterebbe uno strappo alla regola. Ma visti i rendimenti di altri “vecchietti” in serie A l’occasione va presa in considerazione e la Roma lo farà in queste ore. Col Papu l’accordo si può trovare su un triennale da 2,5 milioni più bonus. La stessa cifra chiesta da El Shaarawy, che dalla sua ha un'età più giovane (28 anni). Ma senza il via libera cinese il Faraone non potrà tornare nella capitale.