Paredes e il retroscena sul ritorno in Italia: "Ho sempre sognato la Juve"

Getty Images

Il primo impatto di Leandro Paredes con la Juventus è stato buono, ma non eccezionale. Colpa ovviamente anche delle difficoltà della squadra a livello di gioco e di risultati, oltre che del fatto che Allegri ha dovuto mandare subito in campo l'argentino, appena arrivato dal Psg, prima ancora che l'ex romanista potesse integrarsi nei meccanismi di gioco del club bianconero.

Intervistato da 'Espn' l'argentino ha rivelato di aspirare da tempo ad indossare la maglia della Juve, anche se la scelta di cambiare squadra a pochi mesi dal Mondiale non è stata una decisione facile: "Credo di aver fatto la decisione corretta. La cosa importante per me era giocare con continuità e farlo in una grande squadra come la Juventus. Giocare qui era uno dei miei sogni".

Paredes ha poi confermato quanto sia stato importante ritrovare a Torino Angel Di Maria, amico e compagno nel Psg oltre che in nazionale: "Nel cambio di maglia era importante anche questo, ovvero essere vicino a lui. Per divertirmi ancora con lui, per giocare ancora insieme".