Parisse, Zanni e Ghiraldini in visita alle scuole in Giappone

Adx
Askanews

Roma, 25 set. (askanews) - Sergio Parisse, Alessandro Zanni e Leonardo Ghiraldini hanno preso parte in Giappone al "Legacy Programme" di World Rugby, l'insieme di iniziative rivolte a garantire, attraverso l'interazione tra atleti e comunità locali, un lascito concreto sul pubblico, in particolare sui più giovani, per continuare la promozione e lo sviluppo del Gioco.

I tre veterani Azzurri, insieme al giovane pilone Tiziano Pasquali, alla sua prima Coppa del Mondo, hanno fatto visita oggi alla Mushiroda Elementary School di Fukuoka, non lontano dall'Hakatanomori Stadium dove domani l'Italrugby sfiderà il Canada (ore 9.45 italiane, diretta Rai2) nel secondo turno del Mondiale giapponese.

Ad accogliere Parisse e compagni centinaia di giovanissimi studenti, che hanno rivolto un calorosissimo saluto alla rappresentanza della Nazionale, prima regalando una bandiera italiana interamente costituita di origami, poi sorprendendo l'intera delegazione azzurra con una perfetta esecuzione dell'Inno di Mameli.

"La Rugby World Cup - ha dichiarato Alessandro Zanni - è una grande manifestazione sportiva ma anche una fantastica opportunità per conoscere differenti culture, scambiare e vivere incredibili esperienze, coinvolgere i rugbisti di domani e costruire insieme ai propri compagni ricordi destinati ad accompagnarci per tutta la vita. Oggi l'accoglienza di questi bambini ci ha sorpreso e commosso, hanno cantato il nostro inno in modo esemplare, è stata una magnifica esperienza e nelle settimane che ci aspettano speriamo di avere nuovo opportunità come questa per conoscere più in profondità il Giappone, i suoi abitanti e portare con noi dei magnifici ricordi".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...