Partita Lazio-Lecce: la doppietta di Correa regala un 4-2

Partita Lazio Lecce
Partita Lazio Lecce

Si conclude con un 4-2 la partita Lazio-Lecce giocata all’Olimpico, con la prima squadra che ha vantato un 56% di possesso palla nonostante i tiri provati in porta siano stati solo 7, contro i 10 della seconda.

Partita Lazio-Lecce

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il match inizia subito con un calcio d’angolo battuto da Luis Alberto che però non centra la rete. Risponde allora il Lecce con il tiro centrale di Strakosha, che si risolve con lo stesso esito. Intanto a sei minuti dal fischio d’inizio arriva già il primo cartellino giallo per Mancosu. Diverse poi le occasioni di calci di punizioni da parte di entrambe le squadre, di cui però nessuno entra in porta.

Per i primi trenta minuti permane una situazione di 0-0, fino a quando al 30′ la Lazio va in vantaggio con il goal di Correa. Il Lecce prova a riprendersi con un calcio d’angolo e al 40′ arriva subito la sua rimonta ad opera di Lapadula.

Il secondo tempo inizia con un cambio all’interno della Lazio: Leiva esce dal campo e al suo posto entra Cataldi. Dopo pochi minuti la situazione di pareggio viene nuovamente ribaltata dal secondo goal della Lazio ad opera di Milinkovic. Al 65′ arriva poi un calcio di rigore per il Lecce, che viene sbagliato da Babacar. Ma Lapadula sulla respinta ripete la situazione del primo tempo e regala un’altra rete alla sua squadra. Peccato che il goal viene annullato per un fuorigioco, pertanto il punteggio rimane ancorato a 2-1. Nel frattempo arriva anche un secondo cartellino giallo destinato ad Immobile.

Al 76′ la Lazio ha l’occasione di centrare una terza volta la porta dopo che l’arbitro ha annunciato un calcio di rigore in suo favore. A tirarlo è Immobile che non sbaglia e regala un 3-1 alla sua squadra. La distanza dal Lecce si allunga ulteriormente pochi minuti dopo quando arriva la doppietta di Correa che rende ancor più difficile la rimonta dell’avversario. Questo prova a raggiungere la Lazio con un goal di La Mantia all’84′ ma è ormai troppo tardi. Dopo due cambi e un cartellino giallo dato a Shaklov l’arbitro fischia la fine del match.

Potrebbe interessarti anche...