Paulo Fonseca resta coi piedi per terra

Dopo aver raccolto un solo punto nelle due sfortunate partite contro il Borussia Moenchengladbach la Roma si rimette in carreggiata in Europa dominando a Istanbul contro il Basaksehir. Il 3-0 firmato Veretout, Kluivert e Dzeko, però, non è sufficiente per qualificarsi ai sedicesimi con un turno d'anticipo.

Per tagliare il traguardo servirà battere anche il Wolfsberger, già eliminato, nell'ultima giornata in programma il 12 dicembre all'Olimpico.

Paulo Fonseca chiede concentrazione alla squadra, ma esalta la prestazione in terra turca ai microfoni di 'Sky Sport': "Sono molto soddisfatto perché abbiamo sempre fatto la partita, giocando molto bene, con coraggio, soprattutto nel primo tempo sia in fase offensiva che in quella difensiva, contro una squadra forte - il pensiero del tecnico portoghese - Poi nel secondo tempo abbiamo gestito. Siamo stati aggressivi e reattivi nel recuperare palla quando la perdevamo. Siamo contenti, ma per la qualificazione dovremo vincere l’ultima partita".

L'infermeria si sta svuotando: “Alcuni giocatori che sono appena tornati non sono ancora pronti fisicamente. Noi abbiamo la possibilità di cambiare molto. Rispetto all’ultima partita abbiamo inserito solo Santon perché Florenzi è infortunato. I giocatori che sono tornati dagli infortuni non sono pronti per 90 minuti”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...