Pellegrini: "Giorni duri, ma sto lottando per tornare a nuotare"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 27 ott. (askanews) - "Mi dispiace aver fatto spaventare e angosciare i miei sostenitori. La risposta che ho dato a quella precisa domanda diciamo che è stata dettata dagli effetti prodotti dalla quarantena, dalla rabbia di trovarmi in questa situazione. Si tratta di un momento durissimo, ma sto comunque lottando per tornare a nuotare, ce la metterò tutta". Così Federica Pellegrini intervistata dal Gazzettino, torna sulle sue dichiarazioni del 24 ottobre, quando affermò che in caso di nuovo lockdown avrebbe smesso di nuotare. "Domenica è stato il decimo giorno di quarantena - spiega - Ora posso dire che sto molto meglio rispetto ai giorni scorsi dove ero veramente a pezzi per la febbre e i dolori. Ci sono stati miglioramenti giorno dopo giorno e ora c'è una buona notizia perché sto riprendendo l'olfatto e il gusto e di questo sono molto contenta perché avverto le sensazioni di quello che mangio e fisicamente sto veramente meglio". Poi fa una invito ad usare tutte le precauzioni necessarie. "Anche mia madre sta migliorando e ne sono felicissima - precisa -. Non lo nego che mi sono sentita molto in colpa per quando le era accaduto e in quei giorni bruttissimi ci siamo aiutate dandoci forza. Quelli che abbiamo vissuto io e la mia famiglia sono stati momenti bruttissimi e impossibili da dimenticare che mi spingono a consigliare di attuare tutte le precauzioni necessarie, a prestare la massima attenzione e a non mollare anche se si pensa di aver superato il momento di difficoltà".