Perché il ritorno di CR7 al Real Madrid farebbe bene a tutti

Francesco Giagnorio
·2 minuto per la lettura

Che Cristiano Ronaldo oltre ad essere uno dei calciatori più forti della storia sia anche uno degli uomini più discussi del momento è un dato di fatto. Dopo l'addio al Real Madrid, con cui ha giocato per ben 9 anni e ha vinto tutto ciò che poteva vincere sia come squadra che a livello individuale, il fuoriclasse di Funchal si è accasato in Italia, con la Juventus. Investimento record dei bianconeri, che per portarlo allo Stadium sborsano più di 120 milioni tra cartellino e commissioni varie (senza considerare l'ingaggio). Investimento che doveva portare alla conquista della Champions League, sogno proibito della Vecchia Signora da anni.

In realtà i numeri dicono che la Juventus facesse molto meglio in Europa prima dell'arrivo di CR7, difatti negli ultimi tre anni il massimo risultato sono stati i quarti di finale. Cristiano vanta però dei numeri degni del suo nome: 95 reti in 122 presenze con la maglia bianconera. Pur giunto ormai a 36 anni, CR7 è tutt'altro che stanco di vincere. I due campionati consecutivi gli stanno stretti e inizia a sentire nostalgia di Madrid, dove ha vinto praticamente tutto.

Ronaldo con la maglia della Juve | Enrico Locci/Getty Images
Ronaldo con la maglia della Juve | Enrico Locci/Getty Images

Nostalgia canaglia al punto tale che sempre più spesso si vocifera di un suo ritorno nella capitale spagnola. Ma il suo ritorno gioverebbe a tutti? La risposta sembra essere positiva, infatti la Juve si libererebbe di un ingaggio pesantissimo che gli permetterebbe di investire sul mercato e rifondare la squadra. Allo stesso modo il Real accoglierebbe nuovamente un fuoriclasse che ha fatto la storia recente dei Blancos, visti anche i flop di mercato finora, e lo stesso Cristiano tornerebbe nel club dove ha distrutto ogni record, non avrebbe problemi con la lingua spagnola (in Italia ha mostrato qualche difficoltà con la nostra lingua) e si avvicinerebbe sensibilmente al Portogallo, che dalla Spagna è molto più facilmente raggiungibile.

Anche lo stesso Zidane, coach del Real, ha quasi confermato l'esistenza di una trattativa che riporterebbe CR7 nella squadra che lo ha reso tale, dimostrando che di fatto è più di un'idea. Staremo a vedere cosa accadrà nell'infuocata sessione di calciomercato che sta per arrivare, comunque vada a finire non si discutono le qualità del portoghese. Noi da amanti del calcio speriamo resti nel nostro campionato, dato che la presenza di uno dei calciatori più forti di sempre, se non il più forte, può solo giovare alla visibilità e al blasone della Serie A, oltre al fatto che è un piacere ammirarlo sui campi nostrani.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A