Perché Sergio Aguero potrebbe essere utile alla Juventus?

Marco Deiana
·4 minuto per la lettura

L'annuncio ufficiale della separazione tra Sergio Aguero e il Manchester City non è stato sicuramente un fulmine a ciel sereno. L'attaccante argentino si trova in scadenza di contratto e non ci sono state vere e proprie voci su un possibile accordo tra le due parti. Anzi... nel corso degli ultimi mesi si sono moltiplicate quelle relative alla sua prossima destinazione. Eppure stiamo parlando di un centravanti che ha il gol nel sangue, nonché del calciatore straniero ad aver realizzato più gol in Premier League, superando un certo Thierry Henry.

Tra le società accreditate ad ingaggiare a costo zero il Kun c'è anche la Juventus. Storicamente, soprattutto nell'era post Calciopoli, la società bianconera si è spesso affidata all'acquisto di calciatori a parametro zero. E se i primi anni queste scelte hanno spesso premiato la dirigenza juventina, negli ultimissimi anni c'è stato qualche intoppo di troppo (sperando che a Rabiot e a Ramsey non fischino le orecchie).

Detto ciò, portare a casa Sergio Aguero a costo zero è un affare di mercato. Su questo non ci sono dubbi. I 32 anni d'età dell'attaccante argentino non possono essere un ostacolo insormontabile. E la domanda sorge spontanea: perché il Kun potrebbe essere utile alla Juventus?

1. Bomber da doppia cifra

PAUL ELLIS/Getty Images
PAUL ELLIS/Getty Images

Tredici stagioni di fila in doppia cifra. Dalla stagione 2007-08, la sua seconda all'Atletico Madrid, fino alla scorsa stagione, Sergio Aguero è sempre andato in doppia cifra in campionato. Oltretutto nei dieci anni al Manchester City ha toccato quota 30 gol stagionali per ben 5 anni, sfiorando la stessa cifra in altre due annate.

Quest'anno a causa principalmente di un infortunio al ginocchio (e del Coronavirus), il suo rendimento è stato quasi nullo. Appena otto partite in Premier e un solo gol all'attivo. Non il modo migliore per salutare i suoi tifosi, anche se c'è sempre la possibilità di diventare protagonista in questo rush finale della stagione, con diversi obiettivi ancora in ballo, vedi campionato (e lì, sembra essere solo una formalità) e Champions League.

Alla Juventus, CR7 a parte, manca un giocatore da doppia cifra. Un calciatore che possa caricarsi sulle sue spalle il peso dell'attacco anche in assenza del portoghese. Insomma, un bomber con la B maiuscola.

2. Voglia di sentirsi ancora protagonista

PAUL ELLIS/Getty Images
PAUL ELLIS/Getty Images

Abbiamo parlato di stagione anonima. Bene, cosa c'è di meglio di un nuovo club e di nuovi stimoli. A 32 anni Sergio Aguero sentirà il bisogno di sentirsi ancora vivo, ancora protagonista, ancora un top player. Tutte motivazioni che metterà in campo, a beneficio della squadra che lo acquisterà.

E la Juventus, che sta vivendo una stagione deludente - chiamiamola pure di transizione - ha la necessità di avere in squadra giocatori del calibro del Kun. Le due parti, insomma, potrebbero ritrovarsi e scoprire di essere fatti l'uno per l'altra.

3. Esperienza internazionale

Laurence Griffiths/Getty Images
Laurence Griffiths/Getty Images

Fuori dagli ottavi di Champions League. Ennesima delusione in campo internazionale per la Juventus. L'arrivo di Cristiano Ronaldo non ha cambiato la storia europea dei bianconeri. Anzi, a dirla tutta da quando c'è il portoghese la squadra juventina non ha mai superato i quarti di finale della competizione.

Non è un problema da sottovalutare. Probabilmente la Juventus ha fatto il passo più lungo della gamba con l'acquisto di CR7, costringendo la dirigenza a fare salti mortali per far quadrare i conti e - probabilmente - rinunciando quindi all'acquisto di altri giocatori d'esperienza in campo europeo.

Un rilancio nelle coppe europee può passare anche dall'acquisto di Sergio Aguero, uno abituato a giocare in coppa (non che il City si sia tolto chissà quali soddisfazioni in Champions League...). Parliamo di un attaccante da 76 presenze in Champions League (tra Atletico e Manchester City) e 41 gol. Bastano come numeri per promuovere il suo acquisto?

4. Risparmiare soldi per altri acquisti

ADAM DAVY/Getty Images
ADAM DAVY/Getty Images

La crisi economica è evidente. In questo mercato non circoleranno troppi soldi (forse) e sono tanti i giocatori con un contratto in scadenza a fine stagione. Poter acquistare Sergio Aguero a costo zero (al netto delle possibili commissioni per gli agenti) sarebbe un colpo da novanta per la Juventus, che potrebbe liberare risorse finanziarie per rinforzare il centrocampo, il vero anello debole della squadra bianconera.

L'arrivo di Aguero andrebbe a rinforzare l'attacco senza eccessivi investimenti (certo, l'ingaggio non sarà basso) e permetterebbe - probabilmente - alla Juventus di rinviare il riscatto di Alvaro Morata (il club ha due opzioni: rinnovare il prestito di un altro anno versando 10 milioni, per poi riscattarlo tra un anno a 45 milioni; oppure riscattarlo subito per 55 milioni).

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.