Pescara, Zeman è chiaro: "Salvezza? L'unica nostra amica è la matematica"

Zeman spiega a modo suo il credo calcistico italiano: "Coulibaly? In Italia basta fare una partita in Serie A e già sei da Real Madrid o Barcellona".

Solo un'incredibile impresa potrebbe consentire al Pescara di Zdenek Zeman, ultimo in classifica in Serie A a -10 dalla salvezza, di conquistare quella che sarebbe una storica permanenza in Serie A a 9 giornate dalla fine del campionato.

Il tecnico boemo ne è consapevole, ma intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport', non smette di crederci: "L'unica nostra amica è la matematica. - ha dichiarato l'allenatore degli abruzzesi - La situazione non è delle migliori. Contro il Milan abbiamo anche dei problemi con gli infortunati, ma finché la matematica non ci condanna dobbiamo continuare a lottare".

Il discorso si sposta poi sulla Panchina d'Oro, premio che ha visto trionfare il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, davanti a quello della Juventus, Massimiliano Allegri. "Sono contento che abbia vinto Sarri - ha affermato Zeman - perché nel suo Napoli si vede la mano dell'allenatore".

I due mister si ritroveranno di fronte anche nel doppio confronto campionato-Coppa Italia il 2 e 5 aprile fra partenopei e bianconeri: "Non è sfida tra allenatori ma tra quelli che scenderanno in campo. - ha sostenuto Zeman - Se vincono i bianconeri il campionato è praticamente chiuso, altrimenti il Napoli può provare ad avvicinarsi anche se rimarrebbe sotto. Spero di vedere una bella patita tra due squadre che di valore". 

Infine un commento sulla riproposizione in Nazionale del trio Verratti-Insigne-Immobile, visto per la prima volta a Pescara sotto la sua guida nella stagione 2011-12.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità