Pescara, Zeman annuncia: "Memushaj e Campagnaro non sono al meglio"

L'allenatore del Pescara spegne oggi 70 candeline e, ai microfoni della 'Gazzetta dello Sport', rivela: "Mi sento ancora un ragazzino".

Sulla carta non c'è partita, ma il Pescara è obbligato anche a passare da queste partite se vuole inseguire il miraggio della salvezza. L'Atalanta rappresenta un grosso ostacolo per la squadra di Zeman, che però vuole dare seguito all'unica vittoria raggiunta fino a qui, al debutto contro il Genoa. 

In sede di conferenza stampa, Zeman ha parlato cos' degli avversari: "Sono partiti male ma poi si sono ripresi molto bene. Noi abbiamo maggiori motivazioni, anche se loro vengono da una pesante sconfitta contro l'Inter. Questo potrebbe essere un punto a nostro sfavore. Gomez fa la differenza".

"L'Atalanta ha un grande settore giovanile, magari prima non ci sono stati allenatori che puntavano molto sui giovani. Ora con Gasperini hanno un'altra mentalità".

E sulle condizioni della sua squadra, infine: "Memushaj si è fermato precauzionalmente. Mitrita ha qualche problema. Campagnaro sta abbastanza bene anche se non ha mai spinto al massimo. Muntari se ha vinto un triplete un motivo ci sarà. Bahebeck è un buon giocatore, speriamo che non si faccia male ma deve muoversi di più".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità