Pescara, Zeman ridimensiona Coulibaly: "Non basta una gara per essere da Real"

Zeman spiega a modo suo il credo calcistico italiano: "Coulibaly? In Italia basta fare una partita in Serie A e già sei da Real Madrid o Barcellona".

Le speranze del Pescara di restare aggrappato alla Serie A non sono ancora del tutto tramontate. Gli abruzzesi, ultimi in classifica con appena 13 punti conquistati, sono a 9 lunghezze dal quart'ultimo posto ricoperto dall'Empoli.

E sabato c'è proprio lo scontro diretto con i toscani. Un appuntamento da non mancare assolutamente l'impresa che, a detta di Zdenek Zeman, è ancora realizzabile: "Bisogna provarci, nessuno vuole arrivare ultimo, c'è ancora la possibilità di salvarsi".

"I toscani sono una buona squadra che non sta attraverso un ottimo momento - ha continuato a margine di un evento legato agli sponsor - Dobbiamo sfruttare fino alla fine tutte le possibilità, dobbiamo provarci sempre a prescindere dal risultato. Contro il Milan potevamo fare meglio, la squadra ci sta mettendo grande impegno".

Il boemo, quindi, si sofferma su Mamadou Coulibaly, il centrocampista senegalese classe '99 che ha lanciato dall'inizio contro il Milan: "In Italia basta fare una partita in Serie A e già sei da Real Madrid o da Barcellona, il ragazzo ha talento ma deve lavorare tanto perché così non basta".

Infine Zeman respinge qualsiasi paragone importante: "Io il Maradona degli allenatori? Non lo so, sicuramente non ho la sua pancia".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità