Piero Pelù nei guai, è accusato di plagio

Yahoo Notizie
Piero Pelù (Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Piero Pelù (Marco Piraccini/Mondadori Portfolio via Getty Images)

La settantesima edizione del Festival di Sanremo si è conclusa, ma le polemiche continuano. Nemmeno il tempo di archiviare quelle vecchie, ed ecco spuntarne una nuova. Dopo Amadeus, Rita Pavone, Junior Cally, Tiziano Ferro e Fiorello, ora i social hanno preso di mira Piero Pelù.

SFOGLIA LA GALLERY: Sanremo 2020, i look della finale - LE PAGELLE

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L’ex Litfiba, grande protagonista all’Ariston durante la finale di sabato 8 febbraio, ha conquistato tutti con il brano “Gigante” (quinto nella classifica sanremese) e una performance indimenticabile, con tanto di messaggio a sostegno delle donne e contro ogni tipo di violenza.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2020: trionfa Diodato, Gabbani secondo

I social si sono però scatenati per un altro motivo: su Twitter diversi utenti stanno gridando al plagio perché la canzone di Pelù assomiglierebbe troppo a “Keep your heart broken”, successo del gruppo finlandese The Rasmus. La somiglianza, in effetti, c’è, ma al momento non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale da parte della Rai.

GUARDA ANCHE - Chi è Piero Pelù?


Potrebbe interessarti anche...