Pimenta: 'Kean resta. Romagnoli ha scelto da tifoso. Donnarumma? Addio al Milan non per soldi. Pogba, l'infortunio e lo stregone...'

Intervistata dalla Gazzetta dello Sport, Rafaela Pimenta, l'avvocato che ha raccolto l'eredità di Mino Raiola, ha parlato a tutto tondo del prossimo mercato.

IL MERCATO POST-MONDIALE - "Sono curiosa di scoprire cosa accadrà a gennaio con il Mondiale a metà stagione. Di sicuro ci saranno degli innamoramenti per i giocatori che si metteranno in mostra. Ma potranno cambiare subito maglia? Magari ci sarà la corsa a prenotarli per l’estate".

KEAN - "Moise ha tenuto duro nei momenti difficili con l’appoggio di chi gli era intorno e sarà protagonista a lungo nella Juve"

POGBA - "Paul è stato invitato dalla Francia in Qatar, ma ha deciso di andare a farsi visitare a Pittsburgh e restare a lavorare durante le vacanze. Dopo l’amarezza per questo Mondiale mancato e per l’apporto che non ha potuto dare alla Juventus vuole recuperare il tempo perduto. Quindi niente svaghi, ma solo tanto lavoro per tornare il più in fretta possibile a disposizione di Allegri. Ha solo ascoltato un parere medico, non ha deciso d’istinto. Lo stregone? Una storia tutta da dimostrare. Non mi risulta sia andata così"

XAVI SIMONS - "Ha scelto il Psv per avere quegli spazi che gli mancavano a Parigi all’ombra di Mbappé, Messi e Neymar. Sta crescendo in fretta, siamo tutti felici. Se tornerà al PSG? Chi lo sa. Io da avvocato mi avvalgo della facoltà di non rispondere"

DONNARUMMA - "Al Psg ha superato bene le difficoltà iniziali. La sua è stata una scelta sportiva per mettersi in discussione e accrescere le sue esperienze: non è andato via dal Milan per motivi economici. Il suo futuro è tutto da scrivere, ha una carriera davanti".

ROMAGNOLI - "Invece ha fatto una scelta da tifoso Alessio Romagnoli: poteva andare in Premier e guadagnare di più, adesso nella Lazio si sente felice"

GARANZIE HAALAND - "La scelta di Erling è stata innanzitutto tecnica. Quando Guardiola e il City hanno dato garanzie sul suo utilizzo in campo la trattativa è andata in discesa. Non ha pesato il precedente di Zlatan, perché l’agente deve fare un passo indietro rispetto all’interesse del calciatore. Lui e Mbappé sono certamente le stelle destinate a raccogliere l’eredità di Messi e Ronaldo.

TALENTI - "Scommetto su Wesley, il terzino arrivato troppo giovane alla Juve. Col Cruzeiro di Ronaldo è stato promosso, può tornare in Europa da protagonista"