Pinto dopo il sorteggio: "Ajax simile alla Roma, vogliamo andare avanti"

Omar Abo Arab
·2 minuto per la lettura

Tiago Pinto, direttore generale della Roma, ha commentato ai canali ufficiali del club giallorosso il sorteggio dei quarti di finale di Europa League che metterà di fronte alla squadra di Paulo Fonseca il temibile Ajax.

L'esultanza di Mayoral dopo il gol allo Shakhtar | SERGEI SUPINSKY/Getty Images
L'esultanza di Mayoral dopo il gol allo Shakhtar | SERGEI SUPINSKY/Getty Images

La reazione al sorteggio
La mia reazione iniziale è di felicità perché siamo ai quarti di una competizione europea importante come l’Europa League. Dopo due difficili confronti, ora ci troviamo di fronte a una squadra di alto livello come l’Ajax, una squadra che ha una grande storia nel calcio europeo. Hanno raggiunto le semifinali di Champions League non molto tempo fa. Tuttavia sarà una sfida avvincente per noi e cercheremo di continuare ad andare avanti, partita dopo partita" le parole di Tiago Pinto riportate da Forzaroma.com.

L’Ajax è anche al comando della Eredivisie. Quanto saranno dure queste due partite per la Roma?
L’Ajax è una grande squadra. Ogni anno si reinventano e continuano a ingaggiare giocatori di talento, come Antony, David Neres, Dušan Tadić, che è lì da alcuni anni. È una squadra che negli ultimi anni ha avuto molto successo in patria, quasi dominante, direi. Quindi, rappresentano una sfida difficile. Hanno uno stile di calcio molto attraente che è così radicato nella loro storia, e questo confronto sarà senza dubbio il più intrigante nei quarti di finale, poiché entrambe le squadre cercano di giocare uno stile di calcio attraente e aggressivo. Quindi sarà una bella sfida che, ovviamente, cercheremo di superare .

Dusan Tadic dopo il gol allo Young Boys | BSR Agency/Getty Images
Dusan Tadic dopo il gol allo Young Boys | BSR Agency/Getty Images

La Roma è l’unica squadra italiana che ancora gioca in Europa League. Sei orgoglioso di questo?
Penso che sarebbe stato meglio per il calcio italiano se anche altre squadre italiane si fossero qualificassero. Spero che possiamo essere in grado di rappresentare la squadra, la città e il paese e cercheremo poi di guadagnare più punti possibile ai fini della classifica .

Difficile non considerare l’eventuale semifinale tra Granada o Manchester United. Hai una preferenza tra i due se riesci a battere l’Ajax?
Il mio obiettivo è battere l’Ajax. È una partita alla volta. Prima ad Amsterdam e ora qui a Roma. Per ora sono concentrato sulla partita contro l’Ajax e poi vedremo cosa succederà .

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.