Pioli: "Milan top club, vogliamo l'Europa. Ibrahimovic era sereno"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Stefano Pioli ha presentato in conferenza stampa il match di domani contro il Cagliari, vitale per la corsa alla Champions League del Milan. Ecco le dichiarazioni dell'allenatore rossonero.

MILAN FEMMINILE IN CHAMPIONS LEAGUE - "Complimenti alle ragazze e mister Ganz per l'ingresso in Champions League".

SENTIRE I TIFOSI ALLO STADIO - "Piuttosto che niente, meglio piuttosto. Domani giochiamo nella nostra culla, approfitteremo per portare dentro la maggiore energia possibile".

EUROPA - "Il fatto che manchiamo da tempo fa salire l'attesa e le aspettative, giusto che sia cosi. Siamo un top club, sappiamo di aver lavorato bene e di averla preparata bene. Dobbiamo essere preparati mentalmente, le gare sono sempre complicate, mai semplici. Ci siamo preparati per combattere contro un avversario che farà la sua partita. Sono concentrato e motivato, sappiamo che la gara di domani potrebbe chiudere una settimana eccezionale, però siamo stati sempre bravi ad avere il giusto equilibrio. Mi sono sentito sempre al posto giusto, mi sono sentito sostenuto e stimato in un posto dove tutto lavorano per il bene del club, dove c'è senso di appartenenza e serietà, e sono le mie caratteristiche e i miei valori".

SUPERARE I MOMENTI DIFFICILI - "La consapevolezza che il nostro lavoro è sempre fatto nella maniera giusta, abbiamo continuato a fare bel calcio anche in momenti delicati e difficili, un momento difficile è stato anche contro Spezie e derby, non solo contro Sassuolo e Lazio, ma quando parti da una parte cosi solida è più semplice superare. Dopo la gara di mercoledì sera l'obiettivo è tenere alta la concentrazione con colloqui privati e collettivi, manca ancora l'allenamento di domani mattina. Ho per le mani un gruppo responsabile sempre attento a reagire nel modo giusto".

Zlatan Ibrahimovic | Jonathan Moscrop/Getty Images
Zlatan Ibrahimovic | Jonathan Moscrop/Getty Images

IBRAHIMOVIC - "Abbiamo ricevuto la notizia migliore che potevamo avere, il problema non interessa il legamento ma si tratta di una terapia conservativa che permette a Zlatan di tornare al 100% la prossima stagione, dopo la visita era sicuramente più sereno. Verrà con noi, sarà come sempre un sostegno per tutti. Dispiace molto che non sia della partita".

RISERVE - "Come sono entrati mercoledì sera Leao, Meite e Krunic sono stati determinati nel chiudere la partita e nell'aiutare la squadra, deve essere questo il nostro modo di operare. Pure domani sera i cambi potrebbero essere determinanti, anche perché sarà la terza partita in 8 giorni".

DALOT - "Diogo è un professionista eccezionale, facile dare i meriti dei nostri risultati a chi viene impiegato più spesso, ma è merito di chi viene impiegato meno perché non hanno mai fatto mancare il loro apporto quotidiani, Diogo è uno di questi e sta crescendo molto".

LEAO - "Ho parlato con lui, gli ho fatto i complimenti perché qualche tempo fa avrebbe interpretato diversamente invece ha dimostrato maturità e crescita. C'è tanto in quel gesto, un gesto di maturità, spirito e unione che sta aiutando la squadra a crescere".

MOVIMENTI DEI 4 ATTACCANTI - "È una mossa per il futuro, perché le difese avversarie sono bravi a preparare le partite. Bisogna saper leggere gli spazi ed essere imprevedibili".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli