Pioli riabbraccia Rebic contro l’Empoli: al Milan non serve più un attaccante part-time

Secondo giorno di riposo consecutivo concesso da Stefano Pioli ai suoi ragazzi con il Milan che tornerà ad allenarsi domani per preparare al meglio la trasferta di Empoli. Oltre al rientro dei nazionali, il tecnico conta di riavere a pieno regime anche Ante Rebic. L’attaccante croato ha ormai smaltito del tutto la fastidiosa ernia che lo ha tenuto ai box nelle ultime settimane. SERVE IL VERO ANTE - L’inizio era stato più che promettente con la doppietta all’Udinese. Rebic, dopo aver disputato anche un ottimo pre-campionato, si candidava a un ruolo da protagonista dopo l’ultima stagione in chiaro scuro. E invece il nuovo stop ha complicato quelli che erano i piani dell’attaccante croato, che ora è chiamato a una prova di maturità: dimostrare di poter essere una risorsa per il Milan per un lasso temporale più lungo rispetto alle precedenti stagioni in rossonero. Perché nel gruppo rossonero nessuno ha le caratteristiche dell’ex Eintracht Francoforte per come attacca gli spazi ed è in grado di dare profondità alla manovra del calcio di Pioli. Il primo esame si chiama Empoli, Ante è pronto a tornare in gruppo per aiutare il Milan a vincere il suo secondo scudetto consecutivo che varrebbe la seconda stella.