Pioli sicuro: "Inter avversaria della Juventus, con me siamo a -5"

Stefano Pioli si confessa a 'la Stampa': "Alla Juventus manca una concorrente, l'Inter può esserlo. Da quando sono qui noi a -5 dai bianconeri".

Il guanto di sfida è lanciato. Stefano Pioli, in una lunga intervista concessa a 'la Stampa', lancia l'Inter sulle tracce della Juventus in vista della prossima stagione.

"Roma e Napoli hanno fatto cose eccezionali, ma ai bianconeri manca una concorrente per giocarsi lo scudetto punto a punto. Può esserlo l’Inter per tre motivi: le potenzialità della proprietà, il valore della squadra già adesso alto e che verrà integrato e l’ambiente che abbiamo.

La Juventus ha costruito ogni anno squadre sempre più competitive, ragiona solo in termini di vittoria e in Italia ha una capacità unica di investimento. L’Inter è reduce da stagioni altalenanti, ma la classifica, da quando sono qui, dice che siamo a 5 punti dalla Juventus. Questo è il nostro livello oggi“, sottolinea Pioli.

Il tecnico poi racconta il suo arrivo sulla panchina nerazzurra: "Era il momento adatto. In carriera mi sono sempre conquistato tutto con lavoro, serietà e passione. Nessuna scorciatoia. Mi auguravo che arrivasse una chiamata importante per completare il mio percorso. Poi l’Inter, la mia squadra del cuore, il massimo.

Io non da grande club? Si poteva dire di Allegri prima del Milan, di Guardiola che aveva allenato solo la Cantera del Barcellona. Fino a che non ti danno un’occasione nessuno lo può sapere. Per me è vincente chi allena il Chievo e lo salva quattro anni di fila come chi allena la Juve e vince quattro anni di fila". 

Infine Pioli dice la sua sui quarti di Champions: "Vedrò Borussia Dortmund-Monaco. Tuchel e Jardim sono due tecnici che apprezzo molto. La favorita? Il Bayern. Ma con i pronostici non ci prendo, fossi Ancelotti farei gli scongiuri".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità