Piqué attacca il Real Madrid: "La VAR? Eravamo vestiti di bianco"

Dopo la rete annullata a Griezmann in Francia-Spagna, Piqué punge: "Il Real non mi piace, ha vinto una Champions grazie a un goal in fuorigioco".

Probabilmente l'unico Paese in cui la rivalità tra club non viene sotterrata nemmeno in nazionale, la Spagna si divide nuovamente. E il protagonista, come spesso accade, è Gerard Piqué, che nel post partita dell'amichevole vinta per 2-0 dalla Roja in Francia si è profuso nell'ennesima polemica contro il Real Madrid.

"Che cos'è la VAR? È essere vestiti di bianco, si riassume così", ha punto in zona mista il difensore del Barcellona, riferendosi al goal del possibile 1-0 francese annullato solo in un secondo momento a Griezmann grazie a un aiuto esterno. Per la cronaca , a Parigi la nazionale di Lopetegui ha giocato proprio con la maglia bianca di riserva, dello stesso colore di quella delle merengues.

Quando a Piqué è stato chiesto se lavorerebbe mai per il Real Madrid, lui ha risposto così: "No, perché non mi piace quello che accade all'esterno. Sono loro che muovono i fili. Messi e Neymar vengono continuamente accusati, mentre a Cristiano Ronaldo non accade mai nulla... Non ho nulla contro i giocatori, alcuni sono miei compagni di nazionale, ma sul club che cosa volete dire?".


Già, ma tornando alla questione arbitri anche il Barcellona recentemente ha avuto un aiutino mica male: "Quando? In Champions? Per favore, stiamo discutendo di una rimonta storica e voi mi parlate dell'arbitro. E quando il Real Madrid vince la finale grazie a un goal in fuorigioco di Ramos? Lì non dite nulla...".

Quanto a possibili sanzioni da parte della Liga: "Non sono preoccupato, dico solo che gli arbitri dovrebbero migliorare il proprio lavoro. La realtà è che stiamo lottando per vincere un campionato contro il Real Madrid. Per questo dico queste cose".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità