Pirlo: "Bisogna cambiare la testa. Scudetto? Ci crediamo ancora. Che voto mi do? Siete già in tanti a giudicarmi"

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Juventus sconfitta in casa dal Benevento per 0-1 con gol di Gaich. Andrea Pirlo, allenatore dei bianconeri, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, per commentare la sfida odierna dell'Allianz Stadium. Ecco le sue dichiarazioni.

C'era troppa pressione oggi?

"Non c'era troppa pressione, c'era il dovere di fare una partita migliore di questa. Abbiamo fatto una brutta partita. Volevamo vincere oggi, giocando meglio e invece siamo incappati in una giornata storta nell'atteggiamento, nelle situazioni tecniche e quando fai questo tipo di partite non riesci a portare a termine poi le gare".

Si è vista troppa frenesia.

"C'era la voglia di vincere la gara ma sapevamo che sarebbe stata difficile perché il Benevento è una squadra organizzata che si difende bene. Siamo stati frenetici, abbiamo sbagliato tanto nelle scelte di superiorità numerica".

Addio allo Scudetto?

"Dobbiamo continuare a crederci, a fare il nostro percorso per cercare di essere sempre lì. Bisogna cambiare la testa perché per giocare queste partite ci vuole tutt'altro atteggiamento perché indossiamo una maglia importante che va sempre onorata".

Andrea Pirlo | Enrico Locci/Getty Images
Andrea Pirlo | Enrico Locci/Getty Images

Ti aspettavi che tutti gli uomini offensivi facessero così poco?

"Il Benevento ti costringe a non giocare bene, quando il risultato rimane in bilico ti viene frenesia nel far gol e la gara diventa più brutta e difficile. Non era questo il tipo di partite che dovevamo fare. Avevamo un'occasione concreta per accorciare la classifica ma non lo abbiamo fatto. Ora avremo due settimane di tempo per ripensarci".

L'errore di Arthur?

"Ha commesso un errore strano, non da lui. Secondo me non ha visto l'avversario perché era coperto, era più facile forse lo scarico sul portiere. E' stata una leggerezza come ne abbiamo fatte tante e vuol dire che non eravamo concentrati e non volevamo raggiungere questa vittoria".

Il derby alla ripresa?

"Non bisogna prendere sempre uno schiaffo per dover reagire. Mi sembra prematuro parlare del derby, ci sono 2 settimane, i giocatori andranno in nazionale, avremo modo per preparare il derby".

Che voto ti daresti sin qui?

"Non mi giudico, siete già in tanti che lo fate quotidianamente".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.